LimeWire venderà  musica legalmente

di |
logomacitynet696wide

Cambio di rotta per una delle società  attive nel campo del file-sharing e del download via peer-to-peer. Presto anche il lime della Rete distribuirà  musica commercializzandola legalmente, prima via web e, in seguito, via client dedicato.

Un altro servizio di file sharing basato sul P2P ha deciso di fare dietro front e di passare dal downloading illegale alla vendita legalizzata. Parliamo di LimeWire LCC, azienda sviluppatrice del client peer-to-peer LimeWire su rete Gnutella.

Attualmente su LimeWire pende una spada di Damocle legale pari a 150 mila dollari richiesti dalla RIAA per ogni brano scaricato utilizzando l’€™applicazione di file sharing.

In vista di possibili sanzioni pecuniarie di apprezzabile entità , la decisione della società  di svestire i panni dell’€™illegalità , e lanciare un servizio in pieno rispetto delle leggi, potrebbe attenuare eventuali conclusioni negative nella controversia legale.

Inizialmente il portale di vendita sarà  online, a sé stante, raggiungibile via web o tramite link presenti sul software di file sharing; in futuro è in programma anche la vendita di brani via client in locale.

IRIS Distribution e Nettwerk Productions saranno i primi a supportare la nuova avventura di LimeWire; i brani saranno venduti in formato mp3, acquistabili sia singolarmente, sia tramite abbonamenti mensili.

La data del lancio ufficiale del servizio non è ancora nota.