L’immutabile fascino di Apple

di |
logomacitynet696wide

Apple, nonostante tutto, resta un’icona dell’industria americana. Una recente indagine di Fortune colloca Cupertino al terzo posto tra le società  più ammirate d’America

Apple resta un simbolo nell’industria dell’informatica. La società  di Cupertino, infatti, è al terzo posto nella classifica delle realtà  americane più ammirate tra quelle che operano nel campo dell’informatica.
La classifica, redatta dalla prestigiosa rivista Fortune, è stata pubblicata in queste ore e piazza Apple appena dietro a IBM e Dell e davanti a Sun e HP. Un risultati sicuramente di grande rilievo visto che tra tutte quelle elencate nei primi dieci posti si tratta sicuramente della società  con minor fatturato. La prova che Apple è ancora un’icona della cultura americana.
Le cose vanno un po’ meno bene se si considera la classifica generale delle industrie americane. Apple scende dal 236 al 325 posto, effetto della crisi informatica, con un fatturato che la piazza al nono posto nel settore dei costruttori di computer dove al primo posto si trova ancora IBM.
I dati su fatturato mostrano i problemi che la società  ha avuto dalla crisi del settore informatico: -33% in meno di fatturato rispetto al 2001 (peggio ha fatto solo Gateway con -37%) e -103% nei profitti (Compaq -238%; Gateway -528%). Interessante il dato inerente i dipendenti. Apple ha fatto segnare un incremento del 4% mentre la maggior parte ha fatto segnare un regresso. Particolarmente significativo il dato di Gateway che ha perso il 43% dei dipendenti.
Nella classifica generale va sottolineato il quarto posto generale che Microsoft detiene nel campo delle società  più ammirate mentre al primo posto si trova General Electric. Microsoft è addirittura al terzo posto tra le società  mondiali più ammirate.
Da notare che per quanto riguarda l’Italia le società  più ammirate sono al primo posto le Assicurazioni Generali, l’Eni, la Fiat e la sempiterna Olivetti.