L’impero Sovietico scompare anche su Internet

di |
logomacitynet696wide

Dopo oltre dieci anni dalla scomparsa formale dell’Unione Sovietica continuava a sopravvivere nel web il dominio .su, ora dovrà chiudere.

Entro il 2003 il dominio di primo livello .su, che fa riferimento alla defunta Unione Sovietica, sarà  revocato, questa è stata la sentenza dell’ICANN – Internet Corporation for Assigned Names and Numbers, il discusso ma supremo giudice dei domini Internet.

Nato nel 1990, .su, per conto dell’IANA – Internet Assigned Numbers Authority e successivamente gestito dall’organizzazione non governativa RosNIIROS – Russian Institute for Public Networks che negli ultimi anni si era limitata a permettere la registrazione solo dei domini di terzo livello, ma pagando ben 15.000 dollari era ancora possibile accaparrarsi un dominio di secondo livello (si pensi che bastano 30 dollari per un analogo .ru), attualmente la cifra da pagare è di 100 dollari.
Al maggio scorso si contavano 28.000 domini .su registrati.
Per salvare .su è nato il progetto Save.su per conto di Andrei Veialis e un sondaggio realizzato da VoxRu ha registrato il 53% del voti a favore di un mantenimento del dominio .su, mentre il 24% dei votanti lo vuole eliminare.
Il prossimo meeting dell’ICANN è previsto per la fine di questo mese a Shanghai, se ne saprà  di più.