Linux, continua la scalata

di |
logomacitynet696wide

Il fatturato dei server aumenta a livello mondiale. Risultati positivi per il quarto trimestre consecutivo. E Linux continua a crescere.

Linux continua la corsa nel campo dei server. Il sistema operativo open source, secondo IDC, ha fatto segnare il maggior incremento tra i vari sistemi operativi. Il balzo in avanti di Linux durante l’€™ultimo quarto è stato del 57% nel fatturato e del 47% in unità  vendute. Complessivamente Linux ha fatturato 900 milioni di dollari.

Il rafforzamento del sistema operativo del pinguino giunge a scapito di Unix, che perde il 3% in fatturato nonostante un leggero incremento delle vendite dell’€™hardware grazie ai buoni risultati ottenuti in Asia e Pacifico.

Unix, che ha fatturato complessivamente 4,1 miliardi di dollari, resta comunque il primo sistema operativo per fatturato, davanti a Windows che è cresciuto del 16% assestandosi intorno a 3,8 miliardi di dollari di fatturato.

L’€™effetto di Linux e Windows combinato insieme e le novità  in fatto di processori portano l’€™hardware che impiega chip di AMD e Intel ad un incremento del 14% nel fatturato (4,1 miliardi di dollari) e delle unità  vendute (+24%).

Tra i marchi al primo posto si trova IBM con un fatturato di 3,41 miliardi di dollari e una quota di mercato del 29,7%. HP, nonostante sia prima per numero di macchine vendute, è al secondo posto per fatturato. Al terzo posto si trova ora Sun che ha superato Dell (quarta) pagando però in termini di fatturato. Sun al momento ha incrementato le sue vendite ma puntando sui server con processori Intel e sistema operativo Linux e riducendo di conseguenza l’€™impatto sul fatturato delle macchine con sistema operativo e processori proprietari che hanno costi e dunque ricavi più levati.

Complessivamente il mercato dei server ha messo a segno, sempre secondo IDC, un incremento delle vendite del 7,3% nel fatturato rispetto allo scorso anno. Si tratta del quarto trimestre consecutivo di crescita a riprova che la ripresa è arrivata anche in questo ambito strategico dell’€™IT.