Linux insidia il Mac OS

di |
logomacitynet696wide

Mac OS resta al secondo posto tra i sistemi operativi più venduti, ma l’anno prossimo potrebbe essere quello del sorpasso. Il sistema operativo di Cupertino è insidiato da Linux.

Apple corre il rischio di vedersi sorpassata da Linux nel campo del mercato dei client. L’ipotesi é della società  di indagini IDC che ha elaborato nei giorni scorsi uno studio sulla penetrazione di mercato dei vari sistemi operativi nel corso del 2002 e una previsione sugli anni futuri.

Secondo quanto ipotizza IDC Mac OS avrebbe conquistato il 2,2% delle vendite client durante il 2002, collocandosi al secondo posto (ma a distanza, ovviamente, siderale) da Microsoft che ha terminato al 93,8% del mercato, superiore al 93,2% dell’anno precedente.

Apple, secondo IDC, dovrà  guardarsi le spalle perchè corre il rischio di perdere la seconda posizione a favore di Linux. Anzi secondo la società  di analisi di mercato il 2044 sarà  proprio l’anno del sorpasso, quello in cui per la prima volta nella sua storia Apple non sarà  più il produttore del secondo sistema operativo mondiale, ma il terzo.

Nel campo server la notizia di rilievo è che Microsoft conquista terreno. Le versioni per sistemi di rete di Redmond sono passate dal 50,1% del 1001 al 55,1% del 2002. Cresce, ma ad un ritmo inferiore, anche Linux che passa dal 22,4% al 23,1%. I sistemi Unix combinati insieme hanno perso l’8,6% del mercato in termini di fatturato.

Un altro dato significativo è il calo delle licenze: nel corso del 2002 il decremento è stato del 58%.

Il futuro segnerà  brillanti traguardi, secondo le previsioni di IDC, per Linux. Il sistema open source totalizzerà  il 32,3% delle copie di OS per server venduti.

Ma se in termini di copie vendute Linux potrebbe insidiare da vicino Microsoft è interessante notare come i margini prodotti dalle licenze vendute da Redmond eclissano totalmente il reso della concorrenza. Secondo una stima di IDC i profitti generati in un anno dalle vendite di software Linux generano un guadagno pari a quello di Microsoft in tre giorni.