Linux sempre più in alto

di |
logomacitynet696wide

Linux accresce la sua penetrazione sul mercato americano dei server. L’€™ultimo trimestre del 2002 fa segnare un progresso record e IBM si frega le mani.

A dimostrazione di una sempre maggiore attenzione al mondo Linux lo scorso trimestre si è chiuso un incremento record nella percentuale di penetrazione negli USA.

Secondo i dati diffusi ieri da Dataquest i server Linux Open Source hanno quasi raddoppiato il fatturato generato lo scorso anno toccando i 384,6 milioni di dollari nel solo ultimo trimestre del 2002.

Al primo posto nelle vendite si trova IBM, una società  che ha puntato grosso su Linux, seguita da HP e da Dell. Al quarto posto, ma largamente staccata anche perchà  ha iniziato il business Linux solo da poco tempo, c’€™è Sun.

I server Linux rappresentano al momento il 14% di tutti i server venduti negli USA contro il 9% dello scorso anno.

Linux ruba mercato a Unix (che scende del 3%) ma evidentemente anche ad altre piattaforme.

Se si fa una valutazione sull’€™hardware Intel resta leader incontrastato con il 90% del mercato e accresce il suo penso a confronto di processori proprietari come quelli di IBM e Sun. L’€™aumento dei server Intel è stato di ben il 17,4% sui 12 mesi e del 3,5% nell’€™ultimo quarto fiscale.

Complessivamente al primo posto nel fatturato nel campo server si trova al primo posto IBM, seguita da Sun, HP e Dell. In termini di unità  vendute al primo posto troviamo invece HP seguita da Dell.