MACWORLD: Double Talk ci ha fatto vedere i PC al Macworld

di |
logomacitynet696wide

Approfittando della gentilezza di Kurt Schmucker e a quella del suo collaboratore W.L. Lacy, abbiamo assistito alla demo di Double Talk e abbiamo scoperto che…

Non c’e’ proprio nulla da dire, se quello che ci serve e’ accedere a file e stampanti del mondo PC, senza bisogno che il nostro Mac sia visto in rete Double Talk e’ quello che fa al caso.
L’installer e’ veloce e sveglio: chiude tutte le applicazioni aperte, ma non obbliga al riavvio dopo aver messo estensioni e conrolli al loro posto. Stiamo scrivendo questa nota dopo aver installato il software, configurato il pannello di controllo, visto alcune macchine PC in rete qui al Macworld e disinstallato il tutto. Lo ripetiamo l’intera procedura si e’ svolta senza alcun riavvio e gli screen shot allegati dimostrano che il Mac della nostra postazione ha visto i PC in rete.
Dicevamo che l’installazione e’ veloce e che l’installer cosi’ sveglio da metterci subito in condizione di perlustrare i meandri della rete PC del Macworld. Quello che ha dell’incredibile e’ la possibilita’ di vedere le zone della rete e alcune macchine ad esse collegate.
Non abbiamo potute testare la copia dei file perche’, ovviamente, non disponiamo dei privilegi di accesso alle macchine trovate in rete.
Cosa abiamo scoperto? Che al Macworld ci sono dei PC, addirittura in sala stampa e che per accorgercene, indaffarati come siamo dovevamo esplorare le risorse di rete.
Double Talk consente l’accesso a directory protette da password attraverso un semplice pannello d controllo e le zone sono selezionabili direttamente da Scelta risorse.

[A cura di Beniamino Cenci Goga]