MACWORLD: PowerBook G4 o G3

di |
logomacitynet696wide

Da quache giorno si e’ aperta una discussione che di sicuro si protrarra’ ancora per molti giorni.

Meglio Titanium o un Wallstreet accelerato?
Il nuovo PowerBook G4 Titanium e’ di sicuro un prodotto da ammirare e il suo costo non e’ esagerato, pero’…
Pero’ ci sono ancora molti utenti che, seppure smaliziati dal punto di vista informatico, ancora vivono in un ambiente vechio stile dove floppy e ZIP fanno la parte del leone. La soluzione proposta dai sostenitori del nuovo prodoto di Apple e’ l’utilizzo di lettori esterni. Ricordiamo che il nuovo Titanium non dispone di alcun modulo di espansione, un po’ come il vecchio Duo…
La soluzione non e’ affatto gradita a chi deve usare il PowerBook in situazioni precarie: ci riferiamo a tutte quelle condizioni in cui non e’ possibile appoggiare il nostro compagno di viaggio su di un comodo tavolino: rilevamenti sul campo, cantieri, in treno o sul minuscolo tavolinetto dell’aereo. In parole povere di tutte quelle volte che il PowerBook e’ usato come PORTATILE e non come TRASPORTABILE.
Per questi utenti, o comunque per chi si e’ affezionato al suo WallStreet c’e’ la soluzione della sostituzione del processore. Siamo riusciti a spuntare un buon prezzo sul nuovo chip a 500 MHz della PowerLogix chiamato Blue Chip.
Altra promessa che vi facciamo e’ la completa prova su strada di questo prodotto che a poco piu’ di 600 dollari potrebbe rendere il vecchio G3 ancora in grado di fare il suo servizio per almeno un anno, almeno finche’ Apple non introdurra’ un computer veramente PORTATILE, ci riferiamo all’evoluzione dei Newton.
[A cura di Beniamino Cenci Goga]