MACWORLD: il primo hard disk firewire

di |
logomacitynet696wide

No, non siamo impazziti, questo di cui parliamo è il primo disco firewire nativo e non adattato.

Quando si parla di dischi FireWire in realtà  si fa riferimento a dischi ATA che vengono montati in case esterni con on-board una circuiteria di conversione ATA/Firewire, analogo discorso quando parliamo di dischi USB. Nella realtà  le meccaniche degli hard disk sono tutte uguali, poi è la logica del disco che ne determina il tipo di interfaccia e di standard; ad oggi nessuno si era mai cimentato nella costruzione di un disco la cui logica fosse subito FireWire o USB, ma tutti sono ricorsi a dischi ATA già  esistenti completati da una circuiteria non integrata sul disco che si occupava della conversione.
MCE invece, quasi nascondendolo tra la messe di prodotti presentati, mostrava un disco (ancora un prototipo) direttamente FireWire/USB interno da 3,5 pollici. Non siamo riusciti a sapere molto sul prodotto, essendo ancora un prototipo non ci sono ne costi ne date di uscita, tantomeno prestazioni ottenibili, ma sapere che qualcuno ci sta lavorando sopra potrebbe essere di stimolo per i grandi produttori a lavorare in tale direzione.
Venendo al prototipo, abbiamo visto molte caratteristiche inconsuete per un hard disk interno: innanzitutto la presenza di porte USB e FireWire standard, del tutto analoghe a quelle esterne, ma del resto le porte interne FireWire dei G4 sono analoghe a quelle esterne, evidentemente lo standard FireWire non prevede connettori diversi per la circuiteria interna o esterna. In secondo luogo, ben più strano, l’alimentazione eventuale al disco verrebbe fornita tramite un connettore coassiale e, per finire, sul disco è presente un interruttore di accensione/spegnimento. Molti elementi farebbero pensare ad un disco esterno dal look inconsueto, ma i responsabili di MCE confermano la destinazione interna del disco, del resto il case del prodotto ha le filettature standard per avvitare il disco nelle slitte interne delle macchine.
Aspettiamoci di sentire novità  in questa direzione, un disco FireWire nativo potrebbe offrire prestazioni ancora superiori a quelle attuali e contemporaneamente alcuni dei vantaggi di SCSI in termini di costanza di transfer rate.