MMRam, il futuro della memoria

di |
logomacitynet696wide

Con le nuove memorie MMRam far partire un computer sarà  veloce come girare un interruttore e accendere la luce. Ecco come questo nuovo rivoluzionario tipo di Ram cambierà  il volto dell’informatica. A partire dal prossimo anno.

Accendere un computer, veloce ed immeditata come girare un interruttore della luce. Il traguardo potrebbe essere presto una realtà  grazie ad una svolta tecnologica che prende il nome di MMRam, una vera e propria rivoluzione nel campo delle memorie.

Le MMRam o Ram Magneto Resistive, si fondano su un concetto completamente differente da quello delle memorie attuali. Un Ram di oggi, infatti, fissi i dati utilizzando una carica elettrica, una volta cessata l’alimentazione la memoria svanisce e deve essere ricaricata quando si riavvia la macchina. Le MMRam, invece, non perdono la… memoria una volta spento il computer perché fissano i dati mediante una carica magnetica funzionando, in pratica, come il nastro audio o quello di una videocassetta.

Il risultato di questo nuovo sistema è facilmente intuibile. Una volta spento un computer di oggi, al successivo riavvio deve elaborare tutti i dati dall’HD per poi inviarli alla Ram. Un computer con MMRam accederà  semplicemente ai dati già  presenti nella Ram, che non si sarà  scaricata al suo spegnimento, con il risultato di un avvio quasi istantaneo.

I benefici delle MMRam saranno molteplici: non solo consentiranno un’ingente risparmio energetico, perché spegnere un computer diverrà  l’opzione migliore quando si sospende un lavoro, visto che il suo riavvio sarà  istantaneo, ma consentiranno di lavorare produrre macchine più potenti perché sono molto più veloci (sei volte) delle Ram tradizionali. In più hanno anche una densità  superiore (e quindi possono archiviare più dati in chip più piccoli).

Tra i primi a beneficiare di questo tipo di Ram saranno anche i PDA e i cellulari di nuova generazione che sostituiranno le memorie flash con le MMRam beneficiando contemporaneamente di un grande risparmio energetico.

A competere nella produzione dei primi esemplari commerciali di MMRam ci sono due colossi come Motorola ed IBM. La società  delle alette conta di fornire agli sviluppatori le prime memorie magneto resistive entro la fine dell’anno; i primi prodotti commerciali arriveranno a metà  del prossimo anno e saranno proprio PDA e cellulari. IBM, che sta lavorando sulle MMRam con Infineon, non annuncia date ma si limita ad affermare che intende essere la prima casa al mondo a mettere in commercio questo tipo di memorie.