MPEG-4, ecco la licenza

di |
logomacitynet696wide

Lo standard MPEG-4 è pronto ad andare sul mercato. Pubblicati ieri ufficialmente i termini e i costi di licenza. Una vittoria per Apple

E’€™ stata formalizzata la licenza per la concessione in uso della tecnologia MPEG-4.

Il consorzio MPEG LA che raggruppa le varie compagnie che posseggono i brevetti del nuovo standard, ha infatti ieri ufficializzato i costi e le modalità  di ottenimento del diritto di usare MPEG-4 in vari prodotti e in vari contesti.

La pubblicazione dei dettagli della licenza non sono diversi da quelli che, allora solo ufficiosamente, erano stati annunciati nel corso del mese di luglio.

Il costo dell’€™utilizzo dello standard è fissato in un milione di dollari per ciascuna licenza, con una soglia gratuita d’€™ingresso per chi ha meno di 50.000 implementazioni.

L’€™avere fissato, finalmente, con tutta la documentazione legale e i dettagli richiesti, la concessione di MPEG-4 è un traguardo importante. Da qui in avanti si potranno effettivamente misurare le capacità  di affermazione sul mercato dello standard.

Le nuove modalità  di concessione in licenza di QT segnano anche un vittoria per Apple che è stata tra le prime, se non la prima grande realtà  del mondo dell’€™industria, ad abbracciare MPEG-4, integrandone il supporto in QT 6.

Inizialmente proprio i dubbi sui costi e le modalità  di concessione in licenza dello standard determinarono la scelta di ritardare il rilascio del nuovo QuickTime sollevando l’€™attenzione intorno al problema e determinando una cambio di rotta radicale da parte del consorzio MPEG LA che ridusse i costi e facilità  le procedure per l’€™utilizzo di MPEG 4.

Ricordiamo che MPEG-4, che si distingue per la qualità  audio superiore e file molto più piccoli di quelli che è possibile creare con MPEG-2 è stato accettato come standard, oltre che da Apple, da Real Networks oltre che da numerose altre realtà  del mondo informatico