MacBook Pro, possibile cambiare l’€™ordine

di |
logomacitynet696wide

Chi ha acquistato un MacBook pro, alla luce delle modifiche al processore apportate ieri, potrà  cambiare l’€™ordine. ‘€œVogliamo essere completamente onesti con i nostri clienti’€, dice Apple.

Chi ha acquistato un MacBook Pro e sta per riceverne uno verrà  avvertito dei cambiamenti apportati alle velocità  dei processori, ottenendo la possibilità  di confermare o cancellare l’€™ordine o di apportare modifiche ad esso. Questo quanto si apprende da alcune dichiarazioni rilasciate nel corso della giornata di ieri dai manager Apple e da alcune segnalazioni ricevute da Macitynet.

‘€œStiamo dando l’€™opportunità  ai clienti di cambiare l’€™ordine – ha detto a Maccentral Dave Russel, responsabile dei portatili e del wireless – vogliamo essere del tutto onesti con chi acquista i prodotti Mac’€. A confermare le informazioni di Apple ci sono alcune email spedite al nostro sito e i messaggi apparsi sul nostro forum .

Ricordiamo, a chiarimento di alcuni aspetti connessi alla modifica del processore e alla spedizione dei prodotti, che Apple dovrebbe iniziare ad inviare le macchine da 2.0 GHz (in sostituzione di quelle da 1.83 GHz) entro la giornata di oggi. Ad essere favoriti, come sempre, saranno i clienti residenti negli USA. In base all’€™esperienza del passato si può stimare che clienti Italiani ed europei che pure hanno inoltrato l’€™acquisto subito dopo l’€™annuncio potrebbero iniziare a ricevere le macchine entro una settimana.

Il modello da 1.83 GHz (che prende il posto del modello da 1.67 GHz) dovrebbe iniziare a lasciare i magazzini di Apple tra una settimana, in pratica il 22 febbraio. Anche in questo caso si può pensare che la spedizione per il mercato del vecchio continente partirà  con la fine del mese.

E’€™ importante notare anche che il sito di Apple Store Italia [sponsor] (come tutti quelli europei) non è ancora stato aggiornato e che è possibile che sia nella gestione degli ordini che nei riassunti inviati ai clienti ci possano essere degli errori nelle specifiche delle macchine