MacBook, offerta inferiore alla domanda?

di |
logomacitynet696wide

Apple invia una lettera di scuse ad alcuni clienti che hanno ordinato un MacBook: “tempi più lunghi di quelli previsti”. La domanda per i portatili consumer è più alta dell’offerta?

Ci sono problemi di disponibilità  per i MacBook. Questo quanto sostengono alcuni siti americani che citano un fonte autorevole: la stessa Apple che in una lettera inviata ai clienti che hanno ordinato sul suo negozio il portatile li avvere di uno scivolamento rispetto ai tempi previsti (che sullo store americano sono di 3-5 giorni e su quello italiano di 5 giorni). Secondo le fonti americane attualmente chi ordina un PC configurato in maniera diversa da quella standard può anche essere costretto ad attendere due settimane.

Le ragioni del ritardo non sono note. Il problema potrebbe risiedere in calcoli sbagliati sulla quantità  di macchine che i clienti avrebbero ordinato oppure nell’€™incapacità  da parte di qualcuno dei fornitori di fare fronte al quantitativo di MacBook richiesti da Apple. Nei giorni scorsi altri segnali di potenziali problemi erano giunti da fonti Taiwanesi secondo le quali Intel avrebbe un certo backlog di processori. Sempre fonti orientali alla fine della settimana scorsa affermavano che Apple sarebbe alla ricerca di un terzo assemblatore (che si ipotizzava essere Foxconn) per incrementare l’€™output delle sue macchine.

Difficoltà  nel soddisfare la domanda di MacBook erano state paventate da Oppenheimer nel corso del recente resoconto al trimestre fiscale. In quella occasione il CFO aveva però previsto il superamento dell’€™arretrato degli ordini entro la fine del trimestre di settembre.