MacOs X, principe del 3D

di |
logomacitynet696wide

MacOs X è destinato a diventare il punto di riferimento del 3D professionale. Grazie ad un sistema operativo superiore e a prodotti studiati appositamente per esso. Parola di Richard Kerris

Il MacOs e la piattaforma Apple diventeranno il punto di riferimento per chi fa grafica 3D professionale. Ad esprimere questo giudizio un personaggio che forse più di altri ne sa di grafica tridimensionale, del suo rapporto con il MacOs e dei possibili sviluppi in termini commerciali, Richard Kerris.

Kerris è stato infatti a lungo il principale responsabile del progetto di porting per MacOs X di Maya, l’applicazione leader nel settore dell’animazione tridimensionale. Kerris è stato recentemente licenziato da Alias|Wavefront nel contesto di un piano di ridimensionamento dei costi ma continua ad essere molto vicino alla società  e al team di sviluppo.

àˆ proprio in base alle sue conoscenze e alla profonda famigliarità  con il progetto di porting, che è stato lanciato quasi contestualmente all’implementazione finale del progetto MacOs X, che Kerris può lanciare i suoi giudizi.

“MacOs X – dice oggi in una intervista a MacWorld UK – é stato costruito fin dalle fondamenta con in testa il 3D professionale. Questo grazie a società  come Alias|Wavefront.” Il risultato è un sistema operativo più rivolto alla tridimensionalità  rispetto agli altri. “Più di Windows 2000 – dice Kerris – e perfino più di Unix. Questo è stato facilitato dal fatto che Apple ha il pieno controllo sia sul software che sull’hardware”, il che secondo Kerris determina un vantaggio di Apple nei confronti della concorrenza. “Per questo Apple è destinata a diventare un punto di riferimento – dice Kerris – dell’animazione 3D”