MacSpeed Zone: svanito il vantaggio di PPC

di |
logomacitynet696wide

MacSpeed Zone pubblica oggi un articolo preoccupato e critico per l’attuale stasi nello sviluppo di nuovi e più potenti processori per MacOs. Il sito, specializzato nel testare e mettere a confronto ha un’analisi molto cruda, dei fatti: “I chip di AMD e Intel – vi si legge tra l’altro – sono ormai ben oltre i due miliardi di istruzioni al secondo e si avvicinano a 2 Gigaflops” e ancora “Chips da 2 GHz potrebbero arrivare tra un anno se AMD e Intel continueranno con il loro ciclo di sviluppo. Abbinate questa roba con slot PCI da 66 MHz, slot AGP da 4x, schede video da primato con processori DSP binati da 350 MHz e 64 MB di VRam, bus di sistema da 133 e più MGh oltre ad altre cose che tralasciamo di citare e il mondo Mac ci farà  una ben magra figura”.

E a riprova MacSpeed Zone pubblica dati che, se confermati, sarebbero davvero molto preoccupanti: “utilizzando SPEC95, un G4 a 450 MHz arriva ad uno score di 21.4 in SPECint95 e di 20.4 in SPECfp95. Un Coppermine P III 733 MHz dà  uno score di 35.6 in SPECint95 e di 30.4 in SPECfp95. Un Athlon 700 MHz arriva a 31.7 in SPECint95 e a 24.0 in SPECfp95”.
La conclusione? Motorola dovrebbe pensare a trovare un modo per mettere in pratica al più presto il vantaggio tecnologico offerto da una architettura superiore (processori basati su rame, tecnologia che consente una prodution mask di 0,15 mm, consumo più basso). e aumentare la velocità  del clock. Se così non sarà , se la piattaforma Mac non avrà  la stessa urgenza e lo stesso senso di competizione che spinge verso l’alto la velocità  del clock dell’altra piattaforma, potrebbe esserci ben presto solo un’altra piattaforma.