Mac OS X piace anche agli Hackers, i veri Hackers

di |
logomacitynet696wide

Il Caos Computer Club di Berlino, fucina di talenti internazionali nel mondo degli Hackers e tra i più impegnati supporter della “rivoluzione digitale” di OpenSource, riunisce mensilmente un gruppo di lavoro dedicato all’Hacking Mac.

Nelle riuniioni si discutono e approfondiscono tematiche dedicate ai “Power User” come Amministratori di Sistema, Sviluppatori o semplici appassionati smanettoni su Piattaforme Mac.
I Sistemi approfonditi, oltre naturalmente a MacOSX e Classic sono LinuxPPC, MkLinux, NetBSD, OpenBSD ambienti dove l’Hacking è nato e grazie al quale sono cresciuti e diventati riferimento per i professionisti del Networking e dello Sviluppo.
Grande attenzione anche allo sviluppo WebObject Con l’uscita di OSX l’attenzione dell’underground digitale si è particolarmente concentrata su OSX, viste le grandissime potenzialità  che offre la sua base Unix-like.
Nonostante le polemiche riguardo l’utilizzo commerciale di un Sistema OpenSource come Darwin, inteso come tradimento alla filosofia GNU, OSX sta conquistando la stima di molti professionisti ed utenti Unix
– Linux, allargando in prestigio ed il carisma Mac ben oltre i confini entro i quali si è spesso trovato circoscritto.
Lo stesso Presidente del Caos Computer Club di Berlino, uno degli Hackers più famosi del pianeta, è stato pizzicato dal POC in una intervista per una nota PayTV Italia con un Powerbook Titanium tra le mani.

[A cura di Rudy Belcastro]