Mac OS per Intel, giro di vite contro i pirati

di |
logomacitynet696wide

Apple rilascia una nuova versione per sviluppatori di Mac OS X per Intel. Giro di vite contro la pirateria e l’€™uso su macchine non autorizzate.

Giro di vite contro la pirateria che affligge la versione per Intel di Mac OS X. Ad applicarla Apple, con il rilascio avvenuto, stando ad alcune informazioni raccolte sui siti dediti alle indiscrezione, in queste ultime ore di Mac OS X 10.4.2 for Developer Transition Kit.

Il sistema operativo pensato, come dice la sua stessa denominazione, per le macchine di sviluppo, è stato reingegnerizzato (si tratta non di un update, ma di un full install di 2,7 GB) che introduce novità  radicali dal punto di vista del codice, al punto che gli Universal Binaries (i programmi in grado di girare sia su Mac OS X per Intel che per PPC) compilati con questa versione e Xcode 2.2 non sono compatibili con la vecchia versione di Mac OS X per Intel.

Oltre a ciò, Apple ha anche modificato il sistema operativo per aggirare i trucchi e i patch che permettevano alla vecchia versione di essere modificata così da funzionare in maniera quasi identica su hardware PC standard e su hardware Apple. Il risultato è un sistema operativo che, secondo i siti dediti alle indiscrezioni, potrebbe anche essere installato su macchine non prodotte da Apple, ma in condizioni tali da non essere quasi utilizzabile per la velocità  ridotta.

Secondo le indiscrezioni questa tattica che mira, di fatto, a rendere molto difficile il creare software che funzioni in maniera trasparente sia su Mactel che su PC tradizionali, resterà  un leit motiv di Apple in questa fase di transizione. In aggiunta Cupertino introdurrà , sempre stando ai rumor, nella fase finale sistemi di protezione hardware molto difficili o dispendiosi (economicamente e dal punto di vista della riduzione delle prestazioni) da bypassare.