Mac Os X Server, il sistema operativo più sicuro della rete

di |
logomacitynet696wide

A dirlo è una società  di ricerca britannica, mi2g, per quanto riguarda il settore dei server online. Il risultato si accompagna a una debacle di Linux, che per la prima volta supera Windows per numero di assalti andati a buon fine

“Il sistema operativo più sicuro al mondo per quanto riguarda i server online – sostengono i ricercatori di mi2g – è la famiglia Open Source del BSD (Berkley Software Distribution) e Mac Os X basato su Darwin”. La dichiarazione (ottima non solo per i possessori di un server basato sul sistema della casa di Cupertino) è accompagnata anche da altri, all’apparenza sorprendenti dati: la palma del peggiore tocca a Linux per quanto riguarda il settore dei server del governo di Sua Maestà  e non solo.

Analizzando i dati mondiali relativi alle violazioni di sicurezza andate a buon fine (17.074), infatti, mi2g afferma che a Linux spetta la palma dell’insicurezza con 13.654 violazioni accertate, 2.005 per Windows e solo 555 per BSD e Mac Os X sommati (l’azienda non scorpora ulteriormente il dato, quindi non è possibile sapere quanti casi in effetti riguardano soltanto il mondo Mac) e tutto questo nel solo mese di gennaio di quest’anno.

Nel computo, che esclude la valanga di virus che hanno sommerso il mondo Windows e si concentra solo sulle effettive violazioni di sicurezza con penetrazione dall’esterno dei server, per la prima volta i computer dei governi di tutto il mondo che girano sotto BSD o Mac Os X Server non hanno subito alcuna violazione.

A parte la soddisfazione comprensibile nel mondo Mac per la performance dei server “della famiglia” BSD (su cui si basa anche il kernel Open Source di Mac Os X, Darwin), incuriosisce il dato relativo ai server Linux i quali, generalmente, hanno fama di essere molto sicuri.

La spiegazione, secondo gli esperti di mi2g, sta nel fatto che molto spesso il successo e la diffusione di Linux si accompagnano a una formazione del personale non adeguata e a un livello di applicativi di terze parti non sufficientemente sicuri e tali da poter compromettere l’intero server. Per questo, secondo l’azienda, nel campo di BSD e Mac Os X il plauso maggiore va non soltanto ai sistemi operativo quanto piuttosto ai sistemisti e agli sviluppatori.