Macword di San Francisco, “quasi” record

di |
logomacitynet696wide

Più di 90.000 visitatori. Il Macworld di San Francisco si avvicina ai record storici delle rassegne di Apple. Un caso unico nella storia delle fiere IT, ma nonostante tutto sul suo futuro continuano a gravare le scelte stratgegiche di Apple che potrebbero cancellare per sempre questo tipo di eventi.

Possono essere soddisfatti gli organizzatori dell’Expo di San Francisco. La rassegna californiana si è infatti chiusa con un bilancio ufficiale di 90.473 visitatori, circa 6000 in più rispetto allo scorso anno e ben 40.000 in più rispetto a New York. Solo il Macworld del 2001 con i suoi 93.000 visitatori, record di tutti i tempi, avrebbe fatto meglio dell’edizione 2003, segnando per Apple e l’organizzatore un traguardo davvero molto importante. Il Macworld, infatti, si è confermato come un evento assolutamente unico e in controtendenza rispetto a quelli che caratterizzano il mondo dell’IT, le cui presenze sono in costante discesa.

Non si può, però, dire che la crisi non senta. Lo dimostra il costante e inesorabile calo degli espositori. Quest’anno sono stati 330, lo scorso anno furono 350, nel 2001, l’edizione dei record, erano addirittura stati 450. Ma sotto questo profilo sarebbe difficile pensare che le cose vadano altrimenti. Tra chiusure, accorpamenti e rinunce per motivi economici radunare un cospicuo numero di stand diventa difficilissimo

Ricordiamo che il Macworld Expo è la più frequentata delle due fiere Mac che si tengono negli USA. L’edizione di New York, ad esempio, lo scorso anno ha raccolto 58.000 presenze (64.000 nel 2001), un numero di molto inferiore a quello di San Francisco. Solo Tokyo, in virtù di differenti politiche commerciali sui biglietti d’ingresso, riusciva a radunare anche 100.000 visitatori.

Tornando al Macworld di San Francisco, edizione 2003, le dichiarazioni della maggior parte degli espositori sono state improntate alla soddisfazione. Grande folla ma anche grande attenzione e partecipazione a tutti gli eventi.

Il prossimo appuntamento, ora, è per il Macworld Expo di New York la cui data di inizio è già  stata fissata per il 14 luglio. Ma sull’evento, come ben noto, incombe la minaccia da parte di Apple di disertare la rassegna. Un passo che potrebbe portare al crollo di tutto il “castello” di carte su cui si reggono le fiere Mac negli USA