Mercato piccolo per il Cube

di |
logomacitynet696wide

Secondo Jobs, tutti i problemi del Cube derivano dall’esiguità del mercato di riferimento.

Nel corso dell’incontro di ieri con gli analisti finanziari, Jobs si è fermato alcuni minuti nell’analizzare il fenomeno Cube. Secondo il Ceo di Apple, la macchina ha finalmente trovato il suo mercato di riferimento, ammettendo quindi implicitamente un posizionamento troppo in alto del prezzo della macchina al suo lancio, eppure i numeri di vendita continuano a non essere brillanti, 136.000 macchine in tutto, di cui 107.000 nell’ultimo trimestre del 2000 e 29.000 nel primo mese dell’attuale, un risultato, stando alle indiscrezioni trapelate sulle vendite di Titanium, assimilabile ai numeri fatti solo con i pre-ordini dal nuovo portatile, che, attenzione, ancora non è fisicamente presente sul mercato.

Facile dire che il risultato di vendita del Cube è sensibilmente al di sotto delle aspettative, nonostante il prezzo tutto sommato invitante, ma dov’è il problema? Secondo Jobs, nonostante la macchina abbia effettivamente trovato una sua nicchia di mercato, e nonostante abbia ottenuto l’effetto desiderato a livello marketing e d’immagine di Apple come azienda che innova il mercato, tale nicchia di riferimento è ben più esigua dell’immaginato dai vertici dell’azienda, così i risultati di vendita tardano ad arrivare; secondo i vertici di Apple, infatti, la macchina avrebbe dovuto fare presa sul mercato consumer di fascia alta, dove ci sono molti utenti, affascinati dalla tecnologia e disposti a pagare anche cifre importanti per un computer, viceversa, la macchina si è affermata tra gli utenti high-end, professionali, ma senza necessità  di espadibilità  del prodotto acquistato, pur mantendo le prestazioni di un G4 e la possibilità  di montare monitor di grandi dimensioni. Accortisi del mercato diverso di riferimento, hanno aggiustato il tiro, abbassando i prezzi del prodotto e rendendolo quindi ancor più appetibile, ma anche in questo caso non ci saranno sostanziali cambiamenti di direzione: l’utente consumer continuerà  a vedere il Cube come un prodotto costoso, l’utente consumer di fascia alta continuerà  a vedere il Cube come una macchina limitata in termini di espandibilità  e tecnologia, soprattutto con un G4 466 ben più sostanzioso e non distante in termini di prezzo.