Metacreations mamma, Corel matrigna?

di |
logomacitynet696wide

MetaCreations ha sempre guardato al mondo Mac come al riferimento principale per la commercializzazione dei suoi prodotti. Ora che essi, in gran parte sono passati a Corel sarà  ancora la Mela l’ambiente privilegiato? C’è chi crede di no.

ra questi John Feld che ha contribuito a creare un prodotto per alcuni aspetti rivoluzionario come Bryce che dichiara a MacWorld: “Non penso che Corel sarà  tanto entusiasta e interessata al mondo Mac quanto Metacreations. Il loro passato, sotto il punto di vista delle fedeltà  alla piattaforma è molto scoraggiante”. Feld cita la dismissione di numerosi prodotti o la loro conversione in versioni Windows-only e un generale scarso interesse nei confronti di Apple. “Non penso che ci siano molte speraner per versioni qualitativamente buone dei prodotti Metacreations una volta che questi passeranno sotto il controllo di Corel. Certo non ci sono speranze per la prosecuzione del lavoro che abbiamo fatto per fornire un’interfaccia intuitiva e funzionale che è intrinseca al Mac”.
Lo stesso parere viene espresso da altri influenti personaggi, creativi e evangelisti dei prodotti Metacreations, tra questi Steve Campbell, un’illustratore che usa da anni Painter. “Finiranno per ridurre i prodotti di Metacreations ad un caricatura di quello che essi sono oggi – sostiene Campbell – Painter occupa oggi un’importante nicchia. Sarei davvero deluso se lo vedissi ridotto ad un prodotto qualunque.
Corel però spera di convincere con i fatti gli utenti della mela che le cose non saranno come qualcuno teme. “E’ vero – dice Ian LeGrow, vice president del settore grafico di Corel – in molti casi i nostri prodotti sono stati prima rilasciati per Windows e poi per Mac e in qualche caso hanno anche avuto problemi venendo censurati dai critici e dagli utenti. Ma questo accadde principalmente perché si trattava di port dal mondo Windows e in settori dove esistevano già  altri prodotti dominanti. Nessuno avrebbe mai smesso di usare Illustrator per passare a CorelDraw. Ora con un portfolio come quello di Metacreations partiamo da una posizione completamente inversa: si tratta di prodotti molto forti in ambiente Mac e faremo di tutto per mantenere questa caratteristica”