Microsoft contro Open Source; Redmond rimuove il tool contestato

di |
logomacitynet696wide

La società di Redmond ha rimosso il tool per il quale uno sviluppatore affermava di avere le prove che Microsoft stava usando il codice sorgente di un progetto Open source/GPL in maniera indebita.

La settimana scorsa vi abbiamo riferito della scoperta di uno sviluppatore che affermava di avere le prove che Microsoft stava usando il codice sorgente di un progetto Open source/GPL in maniera indebita. Il codice di cui parlava lo sviluppatore riguardava un software per la creazione di un’utility disponibile sullo store della casa di Redmond e che permetteva agli utenti di copiare i file di setup di Windows 7 su DVD o memorie USB consentendo di installare il sistema operativo da dischi esterni o chiavette (opzione utile, ad esempio, per installare il nuovo sistema operativo sui netbook privi di lettore CD/DVD).

Lo sviluppatore aveva sbirciato nel file UDF del Windows 7 USB/DVD Download Tool dopo essere stato colpito dalla sua mole eccessiva (dimensioni troppo elevate per uno strumento – tutto sommato – non così complicato) individuando varie analogie con il progetto Open Source “ImageMaster”: nomi dei metodi, proprietà , variabili… troppe corrispondenze sospette. Non è illegale commercializzare software Open Source, ma è illegale non citare gli autori originari e nel caso della tipologia di licenza usata da ImageMaster è contro le licenze di uso stabilite dagli autori distribuire il software finale senza il codice sorgente accompagnatorio.

Il tool, disponibile fino a ieri, è stato ora rimosso da Microsoft. Cercando di accedere alla pagina di download, compare il messaggio: “Sorry, the page you are looking for cannot be found”. E’ dunque probabile che Microsoft abbia preferito rimuovere il software fino a che la faccenda non sia chiarita.
[A cura di Mauro Notarianni]