Microsoft, nuove multe UE entro luglio?

di |
logomacitynet696wide

Microsoft torna nel mirino dell’UE. “Continuano a non adempiere alle nostre richieste”, dice l’Unione. Entro luglio partono nuove multe?

Nuovo ammonimento, che potrebbe anche essere se non l’€™ultimo uno degli ultimi, a Microsoft da parte della Commissione Europea: subito i rimedi per ripristinare le condizioni di concorrenza nell’€™ambito dei sistemi operativi o arriveranno le multe.

La voce, l’€™ennesima che lamenta ritardi nell’€™adempimento dei provvedimenti imposti dall’€™Unione e conseguenti al giudizio che ha decretato l’€™abuso di posizione dominante da parte di Redmond, si è levata venerdì scorso da Johnathan Todd, uno dei portavoce dell’€™UE. ‘€œNon conteremo più i mesi ‘€“ ha detto Todd ‘€“ in attesa che si dia soddisfazione alle nostre richieste, ma le settimane. Successivamente inizieremo ad applicare la procedura delle multe giornaliere’€

La posizione di Todd è poi stata precisata durante la giornata di ieri quando il commissario per la concorrenza Neelie Kroes ha anche dato un limite oltre il quale l’€™Unione si considererà  autorizzata a procedere con le sanzioni: fine maggio.

In conseguenza di questa presa di posizione si può pensare che l’€™Unione Europea potrebbe decretare il mancato adempimento già  entro giugno e imporre le multe a partire dalla fine del mese di luglio. La sanzione che Microsoft dovrebbe pagare sarà  del 5% del suo fatturato giornaliero, che andrebbe ad aggiungersi agli oltre 500 milioni di euro già  pagati al momento del pronunciamento della sentenza.

Ricordiamo che Microsoft, oltre a pubblicare una versione di Windows priva del Media Player, dovrà  aprire il suo sistema operativo ai server prodotti dalla concorrenza.

L’€™Unione fin dall’€™inizio ha accusato Microsoft di avere assunto una tattica dilatoria che, mediante la presentazione di difficoltà  tecniche e di condizioni di licenza non favorevoli, mira a rallentare il processo d’€™azione dei provvedimenti.