Microsoft paga 750 milioni di dollari ad AOL

di |
logomacitynet696wide

Mediazione piuttosto costosa per la casa di Windows: per chiudere definitivamente la vertenza legale con il più importante ISP statunitense “vende” ad AOL, per tre quarti di milione di dollari, l’uso di Internet Explorer e Windows Media, per i prossimi sette anni.

Guerra di browser, è l’ora della pace.

Netscape è stato progressivamente soffocato da Internet Explorer e circa un anno fa la sussidiaria di AOL TimeWarner aveva fatto causa a Microsoft.

Di ieri l’annuncio congiunto che segna la pace tra i due giganti: Microsoft, rappresentata dal suo presidente Bill Gates e Netscape/AOL TimeWarner, rappresentata dal suo presidente e CEO, Dick Parsons.

Per la non modica cifra di 750 milioni di dollari (circa 631 milioni di euro), che Microsoft pagherà  a Netscape, quest’ultima s’impegna a chiudere la vertenza legale intentata contro l’azienda di Bill Gates e contestualmente rinnova le licenze d’uso (all’interno di AOL) di Internet Explorer e Windows Media 9 per altri sette anni.

I 750 milioni di dollari saranno utilizzati da AOL TimeWarner per mitigare i grossi debiti societari.

Forse in pericolo lo stretto legame tra Netscape e Real? Da AOL rassicurano che si tratta “semplicemente” di una apertura allo standard multimediale di Microsoft senza tagliare i ponti con Real.

Sarà  studiato un modo per instaurare interoperabilità  tra AOL Instant Messenger e MSN Instant Messenger.

Qui la trascrizione completa della conferenza.