Microsoft sfiderà  iPod con la Xbox portatile

di |
logomacitynet696wide

Per fermare iPod Microsoft punta su una Xbox portatile. Indiscrezioni e manovre ai vertici dell’azienda confermano la manovra di Redmond che punta così ad attaccare il primato di Apple con qualche cosa che non fa meglio quello che fa iPod, ma che fa di più. Ma i tempi sono lunghi.

Sarebbe una Xbox 360 portatile e non un semplice player con capacità  video, l’iPod killer vagheggiato da Microsoft. A lanciare l’ipotesi che a Redmond si stia cullando progetto ben più ambizioso di quello che qualche giornale ipotizzava fino a ieri è il San Josè Mercury Times in un articolo che fornisce molti dettagli sui piani segreti della società  di Bill Gates nell’ambito dei dispositivi da tasca per il tempo libero.

Attingendo a fonti definite attendibili e a conoscenza di quanto sta accadendo nei corridoi e nelle stanze di Microsoft, il giornale elenca i dettagli del piano per l’ “iPod Killer”.

Il team della Xbox portatile è guidato da Greg Gibson, che ha disegnato la Xbox originale, il progetto è affidato a J Allard, che ha definito i dettagli della console e tutto l’aspetto economico a Bryan Lee, che ha svolto lo stesso incarico sempre per la Xbox.

Partendo dalle fondamenta della Xbox Microsoft spera di portare la sfida con Apple su un piano non famigliare a Cupertino e mettere in questo modo in difficoltà  l’avversaria. Per riuscire ad catturare l’attenzione dei clienti il dispositivo portatile, che è ancora nella fase iniziale della sua progettazione, dovrà  avere potenza sufficiente per far girare i giochi della Xbox originale, oltre che servire video e musica. Transmeta, proprietaria di diverse tecnologie per la creazione di processori a bassissimo consumo ma ad alta efficienza, avrebbe destinato 30 ingegneri per un progetto segreto che altro non sarebbe che proprio quella della Xbox portatile.

Unico, potenziale, punto debole del progetto i tempi. Secondo le fonti consultato dal Mercury Times ci vorrà  più di un anno se non due prima del rilascio. Il che significa che l’iPod killer potrebbe vedere la luce non prima del 2007 se non nel 2008, un’arco di tempo sufficiente ad Apple (ma anche a Sony con la sua PSP) per correre ai ripari.