Microsoft spera in Akamai

di |
logomacitynet696wide

Dopo gli errori di configurazione dei DNS e dopo gli attacchi dei pirati alla Microsoft si prendono soluzioni risolutive. I domini di Redmond saranno gestiti da Akamai.

Le difficoltà  di inizio settimana e gli attacchi dei pirati continuati fino alla tarda serata di venerdì, hanno convinto Microsoft che sono necessarie decisioni radicali per dare ai suoi siti Web la visibilità  necessaria. Così Redmond ha firmato un contratto con Akamai, la nota società  specializzata nella distribuzione di servizi Internet con alte richieste di accesso, per il back up dei suoi nomi DNS. In questo modo se in futuro dovessero ripetersi episodi come quelli dei giorni scorsi sarà  molto difficile che Microsoft scompaia dalla rete visto che Akamai dispone di 8000 servers sparsi in 55 paesi ciascuno dei quali ridistribuisce il traffico garantendo costante visibilità  e velocità  ai siti Internet ospitati.
“La lezione che abbiamo ricevuto dai pirati – ha detto Rick Devenuti responsabile dei servizi tecnologici di Microsoft – è stata dura e dolorosa. Ci siamo resi conto di non avere adottato sufficienti misure di autodifesa”
Microsoft ha anche iniziato a rivedere la struttura interna delle sue reti, anche questa sotto accusa. Secondo esperti di sistemi informatici la decisione i tenere tutti i suoi domini collocati su una sola rete in un solo edificio ha esposto ancora di più Microsoft a potenziali attacchi e problemi tecnici.
Il fatto che i domini di Microsoft per una intera settimana sia siano stati di fatto invisibili ha costituito, oltre che un danno economico, anche un fallimento sotto il profilo dell’immagine.