Modem software ADSL da Motorola

di |
logomacitynet696wide

Dopo il software modem anche l’ADSL software modem. Arriverà  da Motorola

Da queste stesse pagine nei giorni scorsi illustravamo la nuova linea di modem software che Motorola si appresta ad introdurre anche nel mondo PC. Al posto di una scheda interna, un solo chip, con la collaborazione della CPU, è in grado di fornire la connettività  a Internet riducendo la complessità , il consumo e il riscaldamento delle macchine del prossimo futuro.
Ora Motorola promette che questa stessa tecnologia verrà  traferita anche alle connessioni a larga banda e per la precisione ad Internet via xDSL, che dagli USA fino in Europa si stanno diffondendo come alternativa al dial-up.
La prima dimostrazione si è avuta nel corso della Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC) che si sta tenendo in questi giorni a New Orleans. Nel suo stand Motorola ha allestito un computer connesso con il suo SoftDSL in grado di comunicare sulla rete e di ricevere e trasmettere senza alcuna difficoltà  anche in streaming video a pieno schermo.
L’obbietivo di Motorola è quello di fornire ai produtori di PC una soluzione che riduce i costi e semplifica la manutenzione dei computer connessi a reti xDSL, tra i anche il sistema in uso in Italia, ovvero l’ADSL. In particolare i fornitori di connettività  non dovrebbero più avere il problema di distribuire hardware e supportare differenti problematiche mentre gli OEM avrebbero una soluzione flessibile e aggiornabile.
Al momento l’unica difficoltà  che si prospetta all’orizzonte è il consumo di potenza del processore che un modem di questo tipo propone. Se infatti è vero che alcuni chip svolgono parte dei compiti di trasmissione, altri vengono affidati al chip. Per questo al momento pare che il SoftDSL di Motorola possa essere adeguato unicamente a macchine con potenza di calcolo molto elevata. Ma non c’è dubbio che in futuro la soluzione potrebbe diventare molto interessante come alternativa alle attuali configurazioni hardware.