Monitor e nuove macchine, chiarimenti

di |
logomacitynet696wide

Il nostro articolo di ieri sui nuovi monitor di Apple ha suscitato interesse ma anche qualche confusione. Ecco chi può usare i nuovi monitor e chi no e che cosa deve fare chi ha una vecchia o una nuova macchina ma anche chi ha comprato un Cinema Display…

Il nostro articolo di ieri, nel quale esprimevamo tutte le perplessità  di alcuni rivenditori sulla politica dei nuovi monitor Apple, ha suscitato interesse ma anche qualche confusione. C’è chi ha pensato che sui nuovi Mac non funzionassero più i monitor VGA e chi ha creduto che i vecchi monitor fossero tutti da buttare dalla finestra. In realtà  non è così. Le nuove macchine di New York impongono alcune restrizioni, ma certo per molti utenti non cambia nulla. Vediamo di argomentare e chiarire meglio.
I problemi principali si verificano per chi desidera acquistare un nuovo monitor Apple da utilizzare su una vecchia macchina. In questo caso a tutt’oggi non esiste alcuna possibilità  di attuare questa operazione. Sia il nuovo monitor a schermo piatto da 15′, sia quello CRT da 17 che il nuovo Cinema Display utilizzano un nuovo connettore proprietario denominato ADC, Apple Display Connector, che porta al monitor non solo il segnale video ma anche quello USB e l’alimentazione. Collegare il monitor e farlo funzionare è semplice come collegare un solo cavo, ma solo i nuovi computer dispongono di una porta in grado di supportare questo standard. Secondo alcune fonti alcune terze parti stanno studiando un adattatore ma il suo effettivo rilascio è ancora scritto sulle nuvole. Come dicevamo ieri ci pare che ci siano problemi tecnici non irrilevanti al proposito. Sul cavo corrono più segnali. Si tratterebbe quindi di costruire non un semplice piccolo convertitore, ma una sorta di hub cui collegare un cavo USB, il cavo del segnale video e il cavo dell’alimentazione.
Chi, invece, ha un nuovo Mac e vuole utilizzare un vecchio monitor, non ha alcun genere di problema. I G4 multiprocessore e il Cubo hanno infatti anche un’uscita standard VGA. Chi ha un monitor Apple con connettore Apple dovrà  usare un adattatore, ma questa “intermediazione” era già  richiesta anche con la precedente versione dei G4.
I pochi fortunati che hanno un monitor Apple Cinema Display sono i peggio messi dopo la presentazione dell’hardware di New York. Il 16:9 lanciato con grande pompa lo scorso agosto è utilizzabile solo su macchine che dispongono dell’uscita DVI che Apple ha cassato dalle macchine di New York per fare posto all’uscita ADC. In questo caso quindi acquistando un biprocessore o il Cubo il Cinema Display diventa solo un soprammobile. Questa combinazione, come dicevamo, è forse la peggiore perchè se è vero che chi vuole acquistare un monitor Apple per una vecchia macchina e non può farlo ha comunque la possibilità  di acquistare qualche altro display, chi ha un display di Apple con connettore DVI non ha alternative di alcun genere. In questo caso ci pare anche difficile che qualche terza parte si prenda in carico la realizzazione di un adattatore che, ben che vada, potrebbe vendere qualche centinaio di pezzi in tutto il mondo. I cinema display DVI, quindi, sono destinati all’obsolescenza in compagnia dei vecchi G4 e a finire presto nel dimenticatoio. Situazione non felicissima se si pensa che si tratta di un monitor da 8 milioni…