Morgan Stanley: i Mac crescono del 25%, i PC fermi a +1%

di |
logomacitynet696wide

Nel mese di maggio le vendite di Mac sono cresciute del 25% rispetto al mese precedente, mentre il mondo PC registra un modesto +1%. Morgan Stanley rivede le previsioni per le cose della Mela ed evidenzia un andamento sensibilmente migliore rispetto al mondo PC.

Le vendite nel mondo Mac sono tornate a crescere e lo fanno a ritmi sensibilmente più sostenuti rispetto al mondo PC. Secondo Katy Huberty, analista di Morgan Stanley nel mese di maggio le vendite di computer della Mela hanno segnato +25% rispetto al mese precedente, un risultato sorprendente tenendo presente la situazione economica e soprattutto se confrontato con la crescita del mondo PC in cui si registra solo +1%.

Secondo l’analisi di Morgan Stanley i fattori che più hanno contribuito alla rifioritura delle vendite Mac sono una promozione particolarmente aggressiva per le offerte studenti e nuovi sistemi portatili Mac che offrono caratteristiche nuove ad un prezzo decisamente più abbordabile. I dati rilevati dimostrano che la strategia di Apple funziona e che sta facendo leva su alcuni segnali di lieve ripresa del mercato. La Huberty che in passato ha offerto previsioni e analisi piuttosto conservative per quanto riguarda le cose della Mela, ha di fatto rivisto le sue previsioni per il trimestre conclusosi a giugno: da 2,4 milioni di Mac a vendite stimate previste per 2,5 milioni di Mac.

Qualche cosa di preciso e di ufficiale si saprà  il 21 luglio quando sarà  ufficialmente presentato il bilancio trimestrale di Apple.