Mostrateci quel codice

di |
logomacitynet696wide

Gli Stati ribelli alla mediazione con Microsoft cominciano a picchiare duro. Ora chiedono di vedere il codice di Windows. “Come possiamo giudicare le affermazioni di Redmond senza sapere se sono fondate tecnicamente?”, dicono al giudice

Il codice di Windows è il punto. Ecco che cosa continua a premere agli attorneys degli Stati che si oppongono a Microsoft. Secondo i legali sostengono che senza vedere il codice del sistema operativo non è possibile appurare la veridicità  delle affermazioni di Redmond secondo cui “non è tecnicamente possibile separare Internet Explorer da Windows”.
Il punto è cruciale. Gli Stati, infatti, nello loro richieste alla giudice Kollar-Kotelly hanno chiesto esplicitamente di includere tra i provvedimenti la vendita di una versione senza IE del sistema operativo. Richiesta respinta al mittente come “impossibile” da Microsoft secondo cui al momento non è possibile distinguere tra navigatore e OS.
“Microsoft – dicono gli Stati in un documento inoltrato alla corte – non può da una parte dire che è impossibile slegare IE e Windows e dall’altra impedire di vedere il codice”.
La richiesta di vedere il codice, ha detto qualcuno, rivolta a Microsoft sarebbe come chiedere alla Coca Cola di mostrare la formula della bevanda, ovvero l’ultima barriera su cui Redmond cederà .
Gli Stati hanno parallelamente richiesto ad giudice di nominare un esperto che possa esprimere giudizi imparziali sulle complesse questioni tecniche che verranno presentate nel corso delle udienze.