Motorola: “Mai imposto limiti ai chip di IBM”

di |
logomacitynet696wide

Motorola non ha mai proibito a IBM di vendere chip ad Apple”. La società  che produce G4 nega con una dichiarazione di paul Clark, marketing manager per l’Europa, le voci diffusesi nei giorni scorsi su alcuni siti americani secondo le quali Big Blue avrebbe già  pronte versione di MPC 7400 da 650 MHz ma non potrebbe consegnarne alcun esemplare per una clausola contrattuale. Secondo alcune voci, infatti, Motorola si sarebbe protetta da “sorpassi” sgraditi impedendo all’alleata ma anche concorrente di distribuire chip più veloci di quelli che essa stessa è in grado di produrre. “Falsità  – dice Clark – Motorola non ha istituito alcuna restrizione che possa prevenire IBM da produrre e vendere MPC 7400 ad Apple a qualunque velocità “.

MacUser UK, che riporta la notizia, nota tuttavia che quando si scende nello specifico Motorola non precisa quando sarà  in grado di fornire versioni a velocità  superiori agli attuali 500 MHz. Più genericamente si parla di una “revisione in un futuro relativamente vicino”, ma non è chiaro se questa revisione comporterà  una aumento della velocità  del clock. Più probabilmente, dice MacUser UK, si potrà  trattare di modifiche alle istruzioni del processore in grado di far eseguire più calcoli alla stessa velocità  in MHz ipotizzando qualche cosa di simile a quanto accadde con il 604, divenuto poi 604e.
In realtà  G4 dovrebbe subire una revisione di questo tipo (è in preparazione un nuovo chip denominato V’Gear). Contestualmente, però, scatterà  anche un aumento della velocità  che dovrebbe superarare i 700 MHz. La data più probabile per il rilascio di V’Gear dovrebbe essere il prossimo mese di luglio o agosto.
Più probabilmente Motorola potrebbe aumentare la velocità  del clock di G4 entro due o tre mesi arrivando con l’attuale versione a 600 MHz. La strada sarebbe poi spianata per presentare macchine (forse a 750 MHz e multiprocessore) al prossimo Expo di New York, in occasione del lancio di MacOs X.