Motorola trova il sacro graal

di |
logomacitynet696wide

Motorola trova l’€šagognato sistema per usare l’€šarseniuro di gallio nella produzione dei processori. Sarà  ossigeno vitale per il suo settore semiconduttori (e per i PPC)?

Una nuova tecnologia potrebbe conferire a Motorola una vantaggio strategico decisivo nella corsa a nuovi processori che oltre che alla potenza siano in grado di esprimere condizioni di utilizzo a temperature più basse e con consumi ridotti.

Il componente alla base della tecnologia è l’€šarseniuro di gallio, una sostanza che da tempo è conosciuta per essere un potenziale sostituto del silicio nei confronti del quale ha un vantaggio in termini di conduttività . Purtroppo fino a ieri realizzare processori all’€šarseniuro di gallio era di fatto impossibile per ragioni di costi. Motorola però ha trovato una chiave utilizzando in manira combinata l’€šarseniuro di gallio e il silicio sovrapponendo il primo al secondo e trovando il modo di porre tra i due un isolante speciale. Motorola è anche in grado di produrre wafers di dimensioni maggiori a quelle possibili fino a qualche tempo fa, il che abbatte ulteriormente i costi.

L’€šannuncio di Motorola ha suscitato grande attenzione nel mercato dei processori e nell’€šintero segmento dei semiconduttori. Da anni molti ricercatori cercavano il modo di utilizzare l’€šarseniuro di gallio per migliorare le prestazioni dei processori senza aumentare i consumi e il riscaldamento. Il fatto che Motorola si arrivata per prima potrebbe conferire al settore che si occupa di chips un vantaggio strategico molto rilevante, tanto rilevante che secondo qualcuno potrebbe dare respiro all’€šasfittica divisione di Schaumburg per la quale si è parlato di cessione.

Motorola, che secondo alcuni osservatori avrebbe addirittura trovato il ‘€žsacro graal dei processori’€° conta di utilizzare la tecnologia per i chip che essa produce per il mondo della telefonia cellulare ma è indubitabile che verrà  impiegata anche nel settore PPC. I primi processori che utiizzano l’€šarseniuro di gallio dovrebbero essere rilasciati entro due anni. Motorola sta valutando la possibilità  di cedere a terzi il sistema per produrre semiconduttori basati su arseniuro di gallio.