MySpace all’€™attacco di iTunes Music Store

di |
logomacitynet696wide

MySpace progetta il lancio di un servizio di download musicali. Per ora solo band indipendenti e quasi sconosciute, ma in futuro?

Un nuovo competitor per iTunes Music Store ha appena iniziato a muovere i primi passi nel mondo della vendita di musica online.
Si tratta di MySpace, il più popolare sito-contenitore di blog e video online tra i ragazzi, ha annunciato la sua imminente entrata nel business in cui regna Apple dando spazio a circa 3 milioni di gruppi sconosciuti. My Space è solo una delle ultime società  che vuole tentare di colpire iTunes, ma di certo è forse l’unica tra tutte quelle che sono recentemente nate, a possedere un’enorme quantità  di potenziali acquirenti; infatti gli utenti di MySpace, che ricordiamo fa parte del gruppo NewsCorp di Rupert Murdoch, sono circa 106 milioni.

Il primo di settembre è partito il MySpace music, un contenitore online dove si possono trovare i blog e le informazioni delle band emergenti, trovare le date dei concerti, ascoltare alcuni brani e, per gli iscritti a MySpace, anche la possibilità  di lasciare commenti. La pagina da cui partire è questa

Il co-fondatore di MySpace, Chris De Wolfe, ha detto all’agenzia di stampa Reuters: “lo scopo è quello di diventare uno dei maggiori negozi online di musica digitale, tutte le persone con cui abbiamo parlato vorrebbero avere un’alternativa a iTunes e all’iPod. MySpace potrebbe essere questa alternativa’€

De Wolfe ha continuato dicendo che ben prima della fine del 2006 MySpace offrirà  ai gruppi musicali indipendenti che non hanno ancora contratti con case discografiche la possibilità  di vendere la propria musica nelle pagine del sito. Le canzoni saranno acquistabili direttamente sulla pagina del gruppo oppure dalle pagine dei fan contenute sempre all’interno di MySpace; tutti i brani saranno in formato MP3 non protetto da copyright e per cui potranno essere ascoltate su tutti i principali lettori digitali, incluso il dominatore incontrastato del mercato, ovvero l’Apple iPod.

Il Servizio di e-commerce verrà  gestito da Snocap, la medesima società  che gestisce il servizio per Napster, ed i prezzi di vendita per le singole canzoni saranno decisi direttamente dagli stessi gruppi musicali, dopo aver aggiunto anche il gettone di distribuzione dovuto a MySpace. Per il sistema di pagamento sono aperte trattative con eBay per poter utilizzare il loro PayPal.