Napster, il futuro è la pubblicità 

di |
logomacitynet696wide

Il futuro di Napster è meno nero grazie allo sfruttamento commerciale del nome e ad un nuovo modello che punta sulla pubblicità . Ma la vendita delle canzoni corre il rischio di restare in stallo.

Il futuro è meno nero per Napster ma non perché sarà  in grado di contrastare sul piano delle vendite di musica iTunes, ma piuttosto perché sfrutterà  nuovi canali commerciali, come la pubblicità  legata al marchio.

Ad esprimere questa opinione è Gene Munster, analista di Piper Jaffray, che ad inizio settimana ha presentato un rapporto piuttosto ottimista su quello che resta il più accreditato concorrente di Apple nel campo delle canzoni digitali.

Secondo Munster l’attuale sentiment negativo su Napster deve le sue ragioni al fatto che investitori ed analisti pensano che l’attuale modello in abbonamento non riesce e non riuscirà  a funzionare quanto quello utilizzato da iTunes e che la rincorsa all’avversaria sia destinata a fallire. Un dato di fatto da dimostrare a lungo termine, sostiene Munster, ma che se anche fosse verificato non avrebbe un impatto significativo sul bilancio di Napster perché il modello di business della società  californiana si appresta ad una svolta, quella che supporterà  la vendita di musica on line con la pubblicità .

Il nuovo modello basato, che partirà  dalla seconda metà  dell’anno, spiega Munster, farà  leva sul marchio e sui due o tre milioni di visitatori che Napster ha ogni mese. In pratica Napster potrebbe attuare operazioni di cobranding, promozioni e lancio di canzoni in esclusiva, spuntando un notevole fatturato.

‘€œIn prospettiva – dice Munster – il nuovo modello di business ha la possibilità  di divenire più rilevante di quello fondato sulla semplice vendita di musica on line’€.