Napster in Inghilterra debutto con il botto (per il portafogli)

di |
logomacitynet696wide

Napster debutta in Inghilterra ma i clienti del Regno Unito sembrano avere poche ragioni per esultare. Le canzoni costano più del doppio rispetto agli USA, un segnale poco positivo anche per chi attende con ansia l’iTunes Music Store.

Naspster sbarca in Europa. Il primo paese ad ‘€œospitare’€ un negozio è l’€™Inghilterra dove il servizio ha preso il via nel corso della giornata di oggi.

Secondo quanto ha fatto sapere Roxio, che controlla il marchio Napster, l’€™avvio delle vendite è stato reso possibile dalla finalizzazione dell’€™accordo con BMG, EMI, Sony Music Entertainment, Universal Music Internationational e Warner Music International, le cinque principali etichette, oltre che dell’€™indipendente AIM.

Un interessante dato sono i costi delle canzoni vendute su Napster, sensibilmente più alti di quelli praticati negli USA. Un brano singolo costa ben 1,09 sterline, 1,9 in Euro 1,6, pari a 1,93 dollari, contro i 99 centesimi di dollaro che paga un cliente americano. Un album costa 9,95 sterline (14,8 euro), 17,63$ contro i 9,99$ degli USA.

Nei giorni scorsi si sono intrecciate molte voci sui costi di iTunes Music Store una volta che questo aprirà  in Europa. Molte di esse puntano ad un listino sensibilmente più alto rispetto a quello americano e il debutto di Napster pare rendere ragione a questa tesi.