Natale triste per i computer

di |
logomacitynet696wide

Tutti si attendevano un nuovo anno di crescita per il mondo dei computers, invece il 2000 negli USA andrà in archivio come il primo anno in negativo da molto tempo a questa parte. Ora il mondo dell’informatica spera nei gadgets e le periferiche.

Potrebbe essere un Natale amarissimo per il mondo dei computer. Secondo alcune recenti indagini pubblicate nelle scorse ore, infatti, il mercato dei PC in USA è in caduta libera da qualche settimana. Ad esempio per la settimana che va dal 12 al 18 novembre il calo è stato di oltre il 24%. Questo quando ottobre era già  stato il peggior mese dell’anno in fatto di vendite di computers. Il dato negativo pare proiettarsi anche sulla stagione degli acquisti natalizi, di fatto già  iniziata. Al momento non è chiaro di quanto sarà  l’abbattimento delle vendite rispetto allo scorso anno, ma certamente appare praticamente certo che le vendite saranno ben di sotto di quelle del Natale 1999.
Sembrano dunque vanificate le speranze di alcun analisti che prevedevano che il lancio di Windows 2000 avrebbe trascinato il mercato con una crescita del 20% rispetto all’anno precedente. Un pronostico che pareva ben fondato quando tra gennaio e febbraio dello scorso anno erano stati venduti due milioni di computers. Invece il calo a gennaio ad ottobre è stato di ben il 17% e la discesa non pare avere ancora trovato il fondo visto che di settimana in settimana le cose vanno peggio.
A determinare questi dati la saturazione del mercato, il rallentamento dell’economia americana e gli acquisti in altri settori della tecnologia. Quest’ultimo fatto pare sia il più decisivo nel determinare la crisi dei computers. I gusti dei consumatori si stanno rivolgendo ai gadgets e alle periferiche oppure a settori informatici ancora poco sviluppati. Non a caso, ad esempio, le vendite dei portatili sono in crescita. novembre sul mercato USA l’aumento delle vendite dei notebook è stato del 17%.
Anche le periferiche, in particolare quelle più innovative, stanno vendendo molto bene. I monitors a cristalli liquidi, ad esempio, hanno fatto segnare una crescita del 493%, le telecamere per computers del 254%. balzo a due cifre anche per l’home networking, riscrivibili e macchine fotografiche digitali.