Navigatori Internet, IE va giù Safari va su

di |
logomacitynet696wide

Non si ferma la discesa d’€™utilizzo di Internet Explorer. Il browser di Redmond perde ancora quote di mercato, e tra chi ne approfitta, questa volta, c’€™è anche Safari.

La percentuale d’€™utilizzo di Internet Explorer continua scivolare verso il basso. A confermarlo i dati statistici rilevati da WebSideStory, secondo cui il browser di Microsoft avrebbe perso un altro 1,5% della quota di mercato e ora si assesterebbe al 90,3%. L’€™indagine, frutto del rilevamento su 30 milioni di utenti giornalieri in un totale di 200 paesi, si riferisce al periodo che va da3 dicembre al 14 gennaio e rappresenta la continuazione di un trend iniziato la scorsa estate, con l’€™individuazione di alcuni pericolosi bugs di sicurezza, e accentuato dal rilascio di Firefox.

In questa occasione, però, secondo WebSideStory a raccogliere i frutti dello ‘€œswitch’€ da Internet Explorer non è, come accaduto in precedenza, quasi esclusivamente il browser realizzato dal progetto Mozilla. Firefox, infatti, guadagna sì lo 0,9% toccando i 5%, ma anche i restanti navigatori si fanno sentire e tra questi anche Safari.

La categoria che include il browser di Apple e ‘€œporta a casa’€ un incremento dello 0,8% (dall’€™1,3 al 2,1%), un passo in avanti che potrebbe essere letto in chiave favorevole anche per la base di installato di Cupertino. Nonostante il rilevamento di WebSideStory fonda insieme i dati di Safari e di Opera è infatti probabile che parte dell’€™incremento d’€™utilizzo sia dovuto anche alle consistenti vendite natalizie di Apple e a un significativo (in termini di grandi numeri) lotto di utenti passati a PC a Mac.

Ricordiamo che lo scorso giugno le statistiche di WebSideStory fissavano Internet Explorer al 95,5% e il gruppo basato su Mozilla (in particolare Netscape) intorno al 3% lasciando ai navigatori ‘€œalternativi’€, tra cui sempre Safari, poco più dell’€™1% del mercato.