Negli USA computer da 200 euro

di |
logomacitynet696wide

Il mito dei computer a prezzi stracciati ha perso di fascino, ma c’è chi continua a coltivare il sogno. Negli USA arriva il computer da 200 euro e con una novità : dentro non c’è né un processore Intel né AMD.

Nonostante il “mito” dei computer a costo sempre più basso abbia perso in questo periodo di crisi del settore informatico un po’ di fascino, c’è chi continua a provare ad affascinare i clienti con prezzi sempre più ridotti.

Nei giorni scorsi avevamo accennato al lancio di un computer supereconomico, delle scorse ore é la sua messa in commercio da parte di Wal-Mart

Il principale marchio della grande distribuzione americana lo pone in vendita nella sua capillare catena di supermercati a soli 199$, circa 200 euro, ovvero meno di 400.000 delle vecchie lire.

Il computer è ridotto all’osso, visto che viene fornito senza monitor e non contiene la licenza di Microsoft Windows, ma solo, come accennato, Lindows, un OS basato Linux in grado di far girare alcune applicazioni Win.

L’aspetto più interessante del computer, è però che al suo interno non c’è né un processore Intel né un processore AMD, bensì un chip prodotto dalla taiwanese Via, un C3 da 800 Mhz.

La fornitura di processori a Wal-Mart rappresenta un interessate evoluzione del business di Via, fino ad oggi limitata per quanto riguarda il mercato dei processori all’universo cinese e quello dei paesi in via di sviluppo.

Via, nota al mondo occidentale per i suoi chipset usati anche da marchi importanti, ha iniziato a produrre processori nel 2000 mettendo a frutto il know-how di Cyrix e Centaur che ha acquistato rispettivamente da National Semiconductor e da IDT, un tempo protagonisti minori con Intel e AMD dell’arena dei processori per computer.