Niente IE, niente MSN

di |
logomacitynet696wide

Microsoft blocca l’accesso a MSN a tutti coloro che non hanno Internet Explorer. La sollevazione degli utenti costringe ad un passo indietro e da Redmond si giustificano: “Lo abbiamo fatto perchè gli altri non supportano i nostri stessi standard”

Fuoco incrociato su Microsoft.
A sparare sul gigante di Redmond utenti e responsabili di browser concorrenti con IE. Ad attirare le ire di un bel pezzo dell’universo dell’IT la decisione da parte della società  delle finestre di bloccare la visione del sito MSN a tutti i navigatori che non fossero Internet Explorer.
La scoperta è stata fatta nel pomeriggio di ieri da alcuni navigatori che nel tentativo di accedere al sito si sono trovati di fronte ad un invito a scaricare Internet Explorer. Il motivo? Semplice, non usavano IE e, secondo lo stesso messaggio, alcune funzioni dello stesso sito potrevano non essere disponibili. Secondo alcuni resoconti il sistema con cui essi erano bloccati era semplice: leggere la stringa che identifica il browser e respingere quelli che non erano IE.
Il fuoco di fila dei messaggi di utenti e i tempestivi servizi giornalistici di alcuni siti USA hanno spinto Microsoft ad una immediata reazione. Nel giro di poche ore da Redmond si garantiva di essere al lavoro per una soluzione e nella notte di giovedì tutto tornava alla normalità , o quasi…
“Abbiamo aperto il servizio anche ad altri navigatori – dicono dalla Microsoft – ma le loro prestazioni non potranno essere quelle di Internet Explorer perchè essi non supportano pienamente gli standard che supportiamo noi”. Bob Visse, direttore del Marketing di MSN, ha anche spiegato che la decisione di escludere altri browser prende proprio le mosse dalla constatazione che essi, in particolare Opera e Mozilla, secondo Microsoft non supportano pienamente WC3 oppure non forniscono una sufficiente soddisfazione ai navigatori. “Noi dobbiamo avere il maggior numero di clienti possibili – ha detto ancora Visse – l’ultima cosa che vogliamo è far scappare i clienti”.
Secondo alcuni osservatori, in realtà , la spiegazione non è così semplice e potrebbe essere connessa con la strategia .Net. Forzando gli utenti di MSN, una delle destinazioni più popolari su Internet, ad usare IE si spinge di fatto all’acquisto di XP e si apre il mercato alla vendita di servizi e software on line “bulk” della strategia di .Net.
Questo non è ovviamente possibile se gli utenti possono continuare ad usare navigatori alternativi.