Non toccate quell’interfaccia

di |
logomacitynet696wide

Dopo avere trascurato con leggerezza di fermare per tempo i molti imitatori del MacOs ora Cupertino pare intenzionata a proteggere con tutti i mezzi Aqua, anche minacciando il popolo delle “skins” che nel mondo Win hanno cominciato a mettere in circolazione interfacce molto, troppo, simili a quella di MacOs X

Al momento del lancio di MacOs avvenuto ormai un quindicennio fa la società  di Cupertino aveva sottovalutato i numerosi tentativi di imitazione che si scatenarono sulla scia dell’introduzione del sistema operativo a finestre. Uno di questi, Windows, per mille motivi che non staremo qui ad elencare, divenne tanto popolare da diventare il sistema operativo più usato della terra e relegare il MacOs in nicchie marginali. La serie di errori che condussero alla situazione che stiamo vivendo oggi devono però avere insegnato qualche cosa ad Apple, almeno stando agli sforzi prodotti da Cupertino per proteggere la sua ultima creatura, MacOs X e Aqua.Note su missive di diffida e imposizioni a ritirare icone e grafiche che ricordano troppo da vicino l’interfaccia del nuovo sistema operativo sono emerse con frequenza in passato. L’ultima di questo è dello scorso week end quando Stardock, un sito specializzato nella realizzazione di prodotti che consentono di modificare l’interfaccia di Windows si è visto recapitare una missiva degli avvocati di Apple che richiedeva la rimozione di alcune “skins” troppo vicine al look and feel di Aqua.I responsabili di Stardock paiono avere preso per il verso giusto la lettera dell’ufficio legale di Cupertino rimuovendo le skins più contestate e annunciando di voler collaborare con apple per “individuale quale sia la linea che non è possibile varcare per non incorrere nelle giuste rimostranze di Apple”. Il presidente di Stardock, Brad Wardell, ha anche aggiunto che Apple “ha pieno diritto di proteggere le sue proprietà  intellettuali. Apple cerca di innovare e se qualcuno toglie loro l’incentivo di farlo, si danneggia l’intera comunità “. Non per questo però Stardock intende cedere su tutta la linea. “Si tratta di capire dove finiscono i loro diritti e dove iniziano quelli della comunità  delle “interfacce”. Io capisco che sia necessario rimuovere lavori che più che ispirarsi copiano Aqua, ma mi chiedo che si deve fare se un lavoro è semplicemente vicino al look di Aqua e non lo copia. Dovremo forse rimuove anche questi ultimi? E che fare allora con le centinaia di temi ispirati al lavoro di qualche altro?”Obiezioni che paiono avere un fondamento anche se è difficile definire in altro modo che come copiata da Aqua la “skin” contro cui si è accanita Apple. Basta dare un’occhiata e notare le similitudini. C’è perfino una mela sullo schermo dell’icona di “My computer”.