Nuovi G3 solo in autunno?

di |
logomacitynet696wide

I nuovi Mac con processori da 500 e oltre MHz potrebbero arrivare molto più tardi del previsto. A lanciare la pessimistica previsione è AppleInsider che cita a supporto della sua tesi le gravi difficoltà  che Motorola sta avendo nel riuscire a produrre chip che possano affidabilmente superare i 450 MHz.

Secondo il sito dedicato alle indiscrezioni, infatti, la società  texana starebbe lottando contro problemi connessi alla stessa struttura del chip, guai tali che su un wafer da 300 pezzi solo due o tre, alla prova dei fatti, sono certificabili come capaci di arrivare a 500 MHz.
La maggior parte dei microprocessori, afferma sempre AppleInsider, arrivano a 350 MHz o al massimo a 400 MHz. Pochi sono perfino quelli certificabili a 450 MHz tanto è vero che la maggior parte di quelli che vengono montati sulle macchine in commercio farebbero parte dei wafer da 500 MHz, risultati poi non idonei al quella velocità .
E che il problema sia realmente preoccupante lo proverebbero anche le difficoltà  che anche IBM sta incontrando ad accelerare la velocità  dei processori. Big Blue, che avrebbe stipulato un contratto di fornitura in esclusiva con Apple dei suoi chip G4, deve infatti affrontare ostacoli simili a quelli che incontra Motorola e che fino ad oggi hanno impedito di mandare in produzione e destinare agli utenti finali i chip da 500 MHz. Secondo AppleInsider, che sostiene di avere avuto le informazioni da fonti interne ad IBM, la situazione dovrebbe mutare di poco fino alla prossima revisione di G4 (V’gear).
Allora, superate le limitazioni dell’ingegnerizzazione dell’attuale versione, le macchine Apple potrebbero decollare verso velocità  più alte di quelle attuali. Purtroppo la nuova versione di G4 non sarebbe attesa che per il mese di giugno, per i più ottimisti, o addirittura per l’autunno per i più pessimisti. Notizie che, se confermate, presuppongono un periodo difficile per le macchine di fascia alta di Apple costrette a lottare con una concorrenza che aumenta in maniera esponenziale la velocità  dei propri processori. Ricordiamo che il prossimo autunno Intel e AMD potrebbero presentare per la prima volta un processore da 1 GHz.
Che la speranza di tenere il mercato da parte dei computer con la mela sia affidata, almeno nel breve, a nuove implementazioni di G3 che secondo qualche fonte potrebbe raggiungere entro l’anno i 600 o addirittura i 700 MHz? Forse qualche cosa di più ne sapremo in occasione della conferenza dei microprocessori che si tiene nel corso del mese di febbraio.