Nuovi iPod, Gartenberg di Jupiter Reserch approva

di |
logomacitynet696wide

Netto entusiasmo dall’analista di Jupiter Research, che promuove interamente la strategia di Apple e la nuova serie di iPod presentati lo scorso mercoledì.

I nuovi iPod hanno ricevuto un’entusiastica accoglienza anche da Michael Gartenberg, analista di Jupiter Research.

“Credo che Apple abbia ancora una volta raggiunto e nettamente superato le alte aspettative. Ha ora una linea di prodotti completa e profonda per affrontare la stagione dei regali, con prezzi favolosi e un’insieme di funzionalità  offerte che attireranno clienti da differenti direzioni. Mentre Apple avrebbe potuto mantenere i prezzi alti per alcuni modelli, ha saggiamente deciso per il contrario.”

Così si esprime l’analista, secondo cui Apple non punta solamente a “rinfrescare” il mercato già  conquistato, ma vorrebbe fare “nuovi proseliti”, attirando anche coloro che finora non hanno trovato l’iPod che fa per loro.

Gartenberg analizza tutte le novità  presentate durante l’evento.
Lo shuffle è considerato quasi più un prodotto “trendy” che un vero e proprio dispositivo votato alla musica e la scelta di modificare solo i colori sarebbe pienamente azzeccata.

Grande entusiasmo per il nuovo nano, con una nuova interessante User Interface, uno schermo brillante (in tutti i sensi) e nuove funzionalità  di video e gaming, caratteristiche che secondo l’osservatore di Jupiter R. faranno letteralmente volare via il nano 3G dagli scaffali.

Una conferma l’iPod classic, ancora più sottile e capiente di prima, anch’esso migliorato esteticamente e capace di accontentare tutti coloro che vogliono portare con loro TUTTA la loro libreria multimediale.

L’iPod Touch è visto invece come perfetto per chi ha sempre desiderato un iPhone senza radio cellulare; il Touch offre la stessa esperienza multimediale del cugino più dotato.

Apprezzatissime da Gartenberg anche la funzionalità  Wi-Fi Store di iTunes, lodata per la sua semplicità  di utilizzo e soprattutto per l’interessante accordo con Starbucks. Uno degli aspetti che l’analista mette in evidenza è il fatto che gli hot spot della catena di “caffè” siano gestiti non da AT&T ma da T-Mobile.
Citazione infine per “lo spazio” presente sull’home screen dell’iPod Touch, che ospiterà  sicuramente molte sorprese in futuro.