Nuovi portatili, Apple anticipa i tempi

di |
logomacitynet696wide

Apple poteva forse evitare di presentare nuovi portatili perchè la gamma tira ancora. “Ma la concorrenza spinge – dicono gli analisti – e Apple fa bene a muoversi in anticipo”

Ormai ne sono convinti tutti: giornalisti, analisti e osservatori indipendenti: Apple presenterà  in un evento che ancora non è stato annunciato, il rinnovo completo della gamma dei portatili.
Come accennato più volte nei giorni scorsi si tratta di una nuova versione di iBook, caratterizzata da un processore a 600 MHz e da dischi da 15 e 20 GB, e del nuovo Titanium con processori da 667 MHz e 550 MHz, dischi di capienza maggiore, scheda grafica Radeon Mobility, CD-RW e combo DVD-CD-RW. I portatili verranno annunciati nella giornata di domani, 24 prima dell’annuncio dei risultati fiscali.
Secondo gli analisti intervistati da C/Net il fatto che Apple presenti un rinnovato PowerBook appartiene alla logica delle cose. Dopo un avvio molto buono il Titanium ha rallentato le vendite e in questo momento faticava ad imporsi in un segmento in cui la competizione ha alzato il livello della propria offerta.
Stupisce, invece, la decisione di presentare un nuovo iBook. “I nostri contatti sia negli USA che in Europa – dicono Gillian Munson e Stirling Levy di Morgan Stanley – ci dicono che la domanda è ancora molto alta. Non ci sarebbe bisogno di un rinnovo”. Le vendite del portatile sarebbero addirittura state al livello di quelle di alcuni modelli di desktop. Apple però, probabilmente, vuole rafforzare l’iBook in vista del Natale, soprattutto vuole renderlo sempre più adeguato all’uso di hub digitale portatile aumentando la capienza dei dischi (oggi sono solo di 10 GB), caratteristica indispensabile quando si parla di connettività  con telecamere. “La scelta di Apple è intelligente – dice Stephen Baker di NPD Intellect – nel corso degli ultimi mesi i prezzi di diverse componenti sono calate di prezzo e se non si offrono nuovi modelli si corre il rischio di trovarsi in una brutta posizione”. Insomma, Apple anticipa gli eventi e cerca di sfruttare il momento particolare in cui immagine e qualità  dei prodotti possono darle un vantaggio nei confronti della concorrenza.