Nuovo iBook sempre più vicino

di |
logomacitynet696wide

Le voci si intensificano: a settembre avremo il nuovo iBook. Un giornale di Taiwan: processori da 466 MHz. Saranno i G3 o i nuovi 750CX?

Oramai manca solo l’ufficializzazione: al prossimo MacWorld Expo arriverà  una nuova versione di iBook. Il numero dei segnali in questo senso sono tanti e tali che ben difficilmente potranno essere smentiti dai fatti. Il primo di questi è giunto ormai qualche settimana dal ben noto Worker Bee, la “talpa” che rivelò i segreti del Cubo su alcune BBS americane. Worker Bee, prima di sparire nell’anonimato lanciò indiscrezioni anche sul nuovo portatile, anticipandone le caratteristiche e sostenendo che sarebbe arrivato alla fine dell’estate. Accanto a Worker Bee si sono poi collocati alcuni organi di stampa tra questi il Digitimes, un giornale taiwanese che in passato si è dimostrato molto ben informato sul tema anche perchè l’iBook viene assemblato proprio nel paese asiatico. Un articolo del quotidiano sostiene che presso lo stabilimento Alpha Top sarebbe iniziata da qualche giorno la produzione delle nuove macchine che non avrebbero caratteristiche rivoluzionarie ma solo modifiche all’hardware che avvicinano il portatile agli altri prodotti di Apple: porte FireWire, DVD (su una versione top), processori fino a 466 MHz e dischi più grandi. La velocità  del chip rivela che il bus resterà  agli attuali 66 MHz ma non se si tratta di un G3 o di un PPC 750CX. Ricordiamo che IBM alla presentazione della nuova serie di processori annunciò che i primi esemplari sarebbero stati adottati su un portatile in rilascio a settembre. Il Digitimes nulla dice dei case che però dovrebbero restare immutati nella loro forma ma con qualche modifica ai colori.
Per vedere macchine radicalmente nuove potrebbe essere necessario attendere la fine dell’inverno. Allora, sostiene il Digitimes, sarebbe terminato il processo di transizione a P2, il nuovo iBook. La scheda madre potrebbe essere una UMA2 (a 100 é 133 MHz) due porte FireWire, schermo da 14′, case ridisegnato più sottile e leggero, nuova scheda di accelerazione.