Nuovo iPod shuffle, dubbi e critiche per il controllo su cuffia

di |
logomacitynet696wide

Accanto a chi applaude il nuovo iPod shuffle c’è anche chi lo critica. Impossibile usare cuffie di terze parti e collegarlo ad uno stereo o in automobile per la mancanza di controlli, tutti collocati sul telecomando. Apple promette una soluzione ma intanto c’è già  chi guarda al vecchio shuffle ancora in vendita a 45 euro.

Non ci sono solo applausi per il nuovo iPod shuffle. Anzi da diversi siti Internet e anche da alcune email giunte al nostro sito, si percepiscono critiche, anche aspre, ad alcune delle scelte compiute da Apple.

La principale riguarda il sistema di controllo dei contenuti. Apple ha infatti eliminato ogni tasto dal dispositivo, affidando l’accensione e il passaggio da una traccia all’altra al telecomando posto sulle cuffie. Visto che le uniche cuffie in commercio dotate di questo dettaglio sono prodotte da Apple, il risultato è che attualmente è impossibile usare l’iPod con altre cuffie. «Uso l’iPod per correre – scrive al nostro sito Fabrizio – e le cuffie Apple sono una pena; già  non stanno nelle orecchie quando si sta seduti figurarsi quando si corre. Ho così comprato delle cuffie Nike che sono inutili con il nuovo iPod. Io quindi non lo comprerò». La mancanza di appeal per il pubblico dei corridori è molto grave visto che è nota la preferenza (testimoniata personalmente anche da chi scrive) per gli shuffle da parte dei runners.

L’obbiezione, molto concreta, può essere superata solo parzialmente pensando che si può abbinare al nuovo iPod anche le nuove cuffie In Ear di Apple. iPod shuffle e cuffie insieme arrivano a 150 euro, più di un iPod nano da 8 GB; per altro, oltre al costo, si segnala anche il fatto che diverse persone trovano questo tipo di auricolari che finiscono nel cavo auricolare scomode. Un’alternativa più valida è Budfits, un accessorio (costo 10 euro, nella foto accanto scattata da Macity al Cebit) che aggiunge un supporto avvolgente a praticamente tutte le cuffie standard.

Chi invece usa iPod per ascoltare musica da uno stereo o in macchina non ha, al momento, alcuna soluzione. Il nuovo shuffle è del tutto inutile in questo caso.

Apple avrebbe già  reso noto di essere al lavoro con terze parti per superare queste difficoltà , ma al momento si parla unicamente di cuffie con telecomando senza marchio della Mela. Per fare un reale passo avanti sarebbe necessario un adattatore che mette a disposizione i controlli per tutte le cuffie e per ogni dispositivo connesso al jack, quindi anche per collegare, ad esempio, l’iPod in automobile o ad un amplificatore esterno e per le cuffie che uno potrebbe avere già  in casa. La capacità  di un adattatore di chiudere il “buco” dipende però dal costo; se dovesse arrivare (come probabile) a 15 euro per avere uno shuffle utilizzabile con altre cuffie si dovrebbero spendere 100 euro, meno dei 139 di un iPod nano che però ha il doppio della memoria e un display, per non parlare della capacità  di mostrare filmati e molto, molto altro.

Un altro problema? Eccolo: «mi pare di avere capito che l’iPod shuffle passa solo da una canzone all’altra – ci dice “LorentZ” – se ascolto un podcast sono costretto a sentirmelo tutto?» La domanda trova risposta da alcuni siti che confermano che effettivamente non è possibile passare velocemente da un punto all’altro di un brano e quindi non è neppure possibile scorrere un podcast. In realtà  non è proprio così; esiste una sequenza di tasti che permette l’avanzamento e l’indietro veloce: Doppio click e pressione del tastino centrale: avanti veloce; triplo click e pressione del tastino centrale: indietro veloce. Se temete che l’iPod interpreti il doppio e il triplo click in maniera un po’… soggettiva e che probabilmente un tasto “vero” saprebbe svolgere meglio il compito, probabilmente avete ragione.

Insomma i dubbi sul nuovo iPod non mancano ed è possibile che Apple e i fornitori di accessori siano costretti a correre per dare al lettore quello che gli manca per soddisfare almeno una parte del pubblico. Nell’attesa, se non appartenete a quella parte restante dei clienti, quelli che pensano all’iPod shuffle come un piccolo lettore per ascoltare musica mentre vanno in metropolitana o in treno, saranno interessati al nuovo shuffle per i quali anche il nuovo shuffle è molto valido, potete rivolgervi al vecchio shuffle ancora in vendita a 45 euro, anche se la sua capienza è solo di 1 GB.