OS X più completo del previsto

di |
logomacitynet696wide

Si moltiplicano le esperienze di utenti in grado di installare OS X su hardware non supportato uffcialmente.

Facendo un giro in rete, quello che balza agli occhi sono le esperienze di moltissimi utenti che hanno tentato installazioni improbabili del nuovo system, ottenendo pieno successo. Tra le più notevoli leggiamo di un paio di temerari che hanno installato OS X su un 7300 aggiornato a G3, ottenendo prima un freeze dopo del quale la macchina è partita perfettamente con il nuovo OS.
Ancor più inconsueta è l’esperienza di chi ha provato a montare il system su macchine equipaggiate di scheda video Voodoo 3, perfettamente vista e pilotata. Infine c’è chi è riuscito a montare dischi SCSI su macchine sprovviste di SCSI Apple ma con controller Adaptec. Per questi ultimi però c’è una nota di Adaptec che sconsiglia l’operazione, sebbene gli hd vengano tranquillamente montati, molte delle operazioni di copia/salvataggio potrebbero portare ad un blocco della macchina e conseguente perdita di dati.
Cosa pensare alla luce di tutto ciò? Le considerazioni sono le stesse fatte stamattina, Apple ha dato in mano ai propri clienti un prodotto incompleto e per tranquillità  ha delimitato il campo di utilizzo solo a ciò che aveva sufficientemente sperimentato, pur mettendo dentro al CD un prodotto in una fase di sviluppo ben più avanzata rispetto a quanto dichiarato. Come ulteriore considerazione possiamo sbilanciarci nel pensare che MacOS X vedrà  la luce nella sua veste definitiva in tempi contenuti, magari al MacWorld di SanFrancisco i primi di gennaio.