Obama: “uso un PC”

di |
logomacitynet696wide

Obama non usa per il suo lavoro quotidiano un Mac, ma un Pc. La confessione trasversale in un messaggio indirizzato al presidente di Intel Paul Otellini: “Ogni giorno vedo il vostro logo”

Obama usa ogni giorno un PC. La leggenda metropolitana di un presidente degli Usa fedelissimo del Mac, è stata cancellata dallo stesso primo cittadino statunitense in un colloquio con Paul Otellini

Secondo il capo di Intel il presidente si sarebbe congratulato con il piano da 7 miliardi di dollari annunciato ieri dalla società  di Santa Clara sostenendo di ‘€œvedere il logo di Intel ogni mattina, quando apre il suo computer’€. Poiché i processori Intel sono presenti anche nei Mac, ma il loro logo non appare in nessun luogo né sulla scatola d’€™imballaggio né, tanto meno, sul case del Pc (al contrario di alcune macchine Windows, costellate di adesivi più di una vecchia utilitaria turbo-taroccata di fine anni ‘€™70), è del tutto evidente che il presidente degli Usa non utilizza un computer della Mela.

La ‘€œleggenda’€ di un Obama utente Mac è nata per una serie di fattori convergenti. In primo luogo alcune foto che durante la campagna elettorale lo vedevano seduto di fronte ad un computer Apple, poi per la sequenza di immagini di membri del suo staff alle prese con computer Mac, infine per la notizia di un acquisto di MacBook destinati alle sue due figlie che grazie ad essi si sarebbero tenute in contatto via iChat con il padre. Ovviamente ha contributo a rafforzare il mito anche la figura nel più puro stile ‘€œthink different’€ di Obama e il suo spirito indubitabilmente innovatore che poco si inquadrano nel profilo dell’€™utente PC. Tutto questo dimenticando che per una serie di ragioni, non ultime quelle di compatibilità  con i blindatissimi sistemi di sicurezza disposti dai servizi segreti e dal cordone anti-spionaggio disposto dalle autorità  per la sicurezza nazionale allestito in anni e anni di “windows-centrismo”, è praticamente impossibile pensare che alla Casa Bianca il principale computer dell’uomo più potente del mondo sia altro che una macchina Windows compatibile.

Ora, stabilito che il presidente degli Usa non utilizza, almeno per il suo lavoro quotidiano un Mac, si deve capire che sistema operativo preferisce. Sarà  XP o Vista? Oppure una distro Linux? O magari una qualche variante di Unix? O volendo osare oltre i limiti (quelli concessi da Apple compresi), non è che Obama o il suo gabinetto informatico, pensando molto, ma davvero molto, differente, si siano formati un certo know how usando come fonte il forum di Hackintosh e i tutorial del sommerso di Internet imparando così come installare Mac Os su un PC generico?