Offerta 3 per iPhone, qualche novità  ancora da rivelare

di |
logomacitynet696wide

Secondo alcune informazioni raccolte da Macity, 3 starebbe ancora apportando qualche ritocco all’offerta per iPhone. Dettagli all’esame nel traffico dati oltre soglia e nel roaming, per cercare di rendere ancora più interessante la proposta commerciale per il telefono di Apple

Potrebbero esserci buone notizie in arrivo per chi ha intenzione di sottoscrivere un contratto con 3 per il suo iPhone. Secondo alcune fonti di Macity, infatti, l’€™operatore del gruppo Hutchison Whampoa sta valutando la possibilità  di trovare qualche soluzione per agevolare i clienti intenzionati ad utilizzare massicciamente del traffico dati.

In base alle informazioni che abbiamo raccolto da fonti che riteniamo affidabili, 3 avrebbe messo all’€™esame nel corso delle ultime ore la possibilità  di applicare costi ridotti per l’€™extra quota. Attualmente chi superasse il limite dei dati settimanali (da 1 a 5 GB a seconda dei contratti) si troverebbe a pagare 20 centesimi di euro al MB; la cifra non è irrilevante se si considera il peso delle attuali pagine Internet e dei messaggi email e, soprattutto, la particolare identità  del telefono di Apple che ha nell’€™accesso alla rete la sua chiave di volta. Tra le ipotesi allo studio ci sarebbe quella di un taglio al costo per mega o, in alternativa, la creazione di bundle ‘€œextra’€ a prezzo economico che si andranno ad aggiungere al pacchetto dati.

Per ora nulla ci sarebbe ancora in pentola per quanto concerne il secondo (e probabilmente più grave) problema che potrebbe affliggere i clienti 3, ovvero il traffico dati in roaming. In questo caso ci sono di mezzo accordi con Tim che fornisce la copertura là  dove 3 non è presente e non è facile per H3G trovare un sistema per fare limare i costi non certo particolarmente economici (60 centesimi al mega) quando la rete 3 deve cedere il passo a quella dell’€™operatore mobile di Telecom Italia. Secondo quanto abbiamo appreso, in ogni caso, 3 ha ben presente che su questo snodo si gioca una parte importante della sua capacità  di convincere i clienti a sottoscrivere un abbonamento e sta cercando di capire se e come affrontare il problema. L’€™obbiettivo sarebbe quello di rendere meno essenziale per i clienti iPhone, il tenere continuamente d’€™occhio il telefono per vedere se sono o no in roaming oppure o, magari, la disattivazione (non semplicissima né comoda, come abbiamo spiegato in passato) lo stesso roaming.

In ogni caso, al di là  delle voci e delle indiscrezioni in merito all’€™offerta dati, 3 ci ha confermato che i piani completi per iPhone non sono ancora stati definiti e che l’€™offerta, pur ormai congelata nei suoi dettagli generali, potrebbe ancora avere qualche ritocco prima del lancio che dovrebbe avvenire intorno alla metà  del mese in corso.