On line “Switch”, il sito di chi passa da PC a Mac

di |
logomacitynet696wide

Apple ha messo on line il sito di chi passa da PC a Mac. Un vero e proprio compendio di consigli, informazioni e trucchi per non perdersi nella transizione

Più che una semplice pagina Web con alcuni motivi per cui è meglio passare a Mac da PC corredati da qualche testimonianza, un vero e proprio compendio, una guida dettagliata passo per passo destinata a risolvere ogni dubbio a chi sta meditando di passare alla piattaforma della Mela. Questa l’impressione che suscita il sito “Switch”, allestito da Apple e in linea da qualche minuto.

Scopo delle pagine web, come già  spiegato in un precedente articolo, fare da supporto alla campagna pubblicitaria che parte proprio oggi negli USA e che presenta persone comuni che raccontano le loro storie di ex utenti PC passati a Mac.
In “Switch” si trovano diverse sezioni: perchè passare a Mac, domande e risposte sui vari aspetti della “migrazione”, una raccolta degli spot americani, quello che dice la stampa sul Mac e sul Mac OS, come passare a Mac e dove acquistare prodotti Apple.

Lo sforzo compiuto da Apple per raccogliere il materiale, in particolare quello informativo. Da segnalare le domande e le risposte che più comunemente vengono poste da chi pensando di passare a Mac. Si tratta di un vero e proprio compendio che oltre alle 10 domande “base”, ne presenta anche moltissime altre, utili anche per soddisfare ogni tipo di curiosità .

Molto interessante anche la “guida pratica” al passaggio con dettagliate informazioni su che cosa accade ai files della posta elettronica, i documenti di Word, Palm, PDF ecc. Non manca una guida (corredata da screen shots) che spiega come fare praticamente a portare i documenti da PC a Mac. Apple fornisce persino una pagina da stampare e compilare per non perdersi nella riproduzione dei settaggi della posta elettronica.

La sezione “Real Stories” è altrettanto interessante. Ci sono infatti i filmati in formato QT che vanno on line sulle TV americane ma troviamo anche molte altre storie che probabilmente verranno arricchite in futuro. In particolare i filmati, realizzati con persone davvero “comuni” riprese su sfondo bianco e che presentano le loro ragioni con un montaggio serrato, sono di sicuro effetto.

Ora, come detto, resta da vedere se il sito verrà  “localizzato” e se anche in Italia arriveranno filmati pubblicitari simili.

Ma al di là  di questo lo sforzo compiuto da Apple appare più che eloquente del fatto che ora, davvero, Cupertino ha messo nel mirino il 95% di utenti PC che ancora oggi non conoscono o non vogliono conoscere la piattaforma della Mela. Se e come questa strategia, che sicuramente avrà  altri capitoli, avrà  successo lo vedremo nei prossimi mesi