Opera per Mac vicino alla beta pubblica

di |
logomacitynet696wide

Chi non ama Netscape e odia IE è già in fermento. Dal sito di Opera, il browser alternativo prodotto in Norvegia, arrivano buone notizie: beta pubblica vicina al rilascio

Si sta avvicinando il momento del rilascio della prima beta pubblica di Opera per Mac.
Secondo informazioni raccolte sul sito del produttore del browser le ultime build del navigatore per Internet avrebbero dimostrato una grande stabilità  e pochissimi bugs. “Attualmente – si legge sul sito – i beta testers e gli alfa testers (in tutto 320 utenti NDR) non hanno riportato più di una cinquantina di problemi”.
I progressi compiuti nelle ultime settimane sono stati notevoli. La barra di progressione per il completamento del programma ha ora raggiunto i 17/20 e promette di compiere un salto in avanti consistente nei prossimi giorni. “Il nostro calendario – dicono ad Opera – prevede di rilasciare a breve una beta di lavoro e a seguire una beta pubblica”.
Nella settimana scorsa la focalizzazione del team di Opera si è accentrata su alcun aspetti essenziali dell’applicazione, come la velocità  di rendering delle immagini, la stampa, i segnalibri e il download manager, ma anche su aspetti prettamente Mac, come l’integrazione con AppleScript e il drag and drop.
Nei mesi scorsi Opera aveva denunciato ritardi e problemi nello sviluppo della versione Mac del suo navigatore che si caratterizza per una bassa occupazione di memoria, per basse richieste di sistema e dimensione in MB molto ridotta. Alla base delle difficoltà  la mancanza di programmatori Mac. Ora questo scoglio pare essere stato superato e il programma procede verso la fase finale.
Opera, che sarà  disponibile sia per PPC che per 68k (con una versione per MacOs X a seguire) verrà  venduto ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno alle 100.000 lire.